Autostima e Psicologia

5 ingredienti per il successo in ogni settore

Studio la psicologia del successo da anni. Sono uno studente appassionato che continua a studiare per capire come sprigionare il reale potenziale dell’uomo. Sono sempre stato convinto che ogni essere umano sia dotato di un grande potere inespresso. Partendo da questa convinzione ho iniziato a studiare una serie di libri.

Brian Tracy attraverso i suoi libri mi ha fornito tanti ottimi insegnamenti. Successivamente sono venuto a contatto con la Kabbalah e questa mi ha fornito una base importantissima per comprendere il mondo e la natura dell’uomo.

Condivido le informazioni di questo articolo con la speranza di fornire i punti di riferimento utili, per il raggiungimento dei propri obbiettivi e per il superamento di problematiche spesso, in apparenza, più grandi di noi. Queste informazioni non hanno un attinenza diretta con il trading sul forex, ma le ritengo necessarie per ogni persona che intenda conoscersi maggiormente per sprigionare il proprio potenziale.

La Kabbalah insegna che dentro di noi c’è un potenziale divino, che spesso resta inespresso. Spiega che esistono due realtà, la realtà dell’1% e la realtà del 99%. La realtà dell’1% è una realtà di caos, dove siamo effetto degli eventi esterni e tutto è limitato dall’illusione del mondo fisico. Mentre la realtà del 99% è una realtà di luce, di infinita saggezza e dove tutto è possibile. Sta a noi decidere a quale realtà connetterci. Più avanti fornirò ulteriori dettagli. Cmq per maggiori informazioni ti consiglio di consultare direttamente il sito del Kabbalah center: http://kabbalahcentre.it/

Partendo da questa breve premessa, se il nostro obbiettivo è conseguire dei risultati, sarà necessario elevare la nostra consapevolezza per superare le avversità che la vita ci pone davanti. Più il nostro obbiettivo sarà ambizioso, più saranno importanti le prove da superare. Vuoi sapere perché funziona così? Bene, nella Kabbalah è possibile trovare una spiegazione completa, ma su questo adesso preferisco non dilungarmi. Vedi il corso Kabbalah 1.

Elevare la nostra consapevolezza è necessario per dare il giusto peso agli eventi e per avere gli strumenti per superare ogni avversità. Chi non dispone di questi strumenti mette a rischio la serenità mentale e la salute e questo impedirà il raggiungimento dei risultati.

  • Serenità mentale

Il nostro cervello per funzionare ha bisogno di serenità. Se il nostro cervello è preoccupato o impaurito si blocca e non funziona più. Se non funziona sprofonda in ansie e paure (realtà dell’1%). Questo è un problema che tutti noi abbiamo incontrato nella vita. Il vero problema sta nella nostra reazione, che causa un blocco. Qualunque problematica è sempre risolvibile, la Kabbalah insegna che abbiamo il potenziale, ma se ci blocchiamo non riusciremo più ad esprimerlo.

Il nostro cervello può essere usato per edificare o per distruggere. La scelta sta a noi. Il potenziale c’è, ma deve essere espresso.

Brian Tracy insegna nel sul libro “Massimo rendimento” che la serenità mentale è la nostra condizione naturale. Ci spetta di diritto e ogni giorno dobbiamo scegliere di essere sereni, senza farci influenzare negativamente dagli eventi esterni.

La cattiva abitudine che spesso ognuno di noi ha e quella di valutare gli eventi esterni e quindi di conseguenza essere sereno o in ansia. In questo modo la nostra serenità non diventa più una scelta, ma dipende dagli altri e da come valutiamo gli eventi. Follia!

Perché è follia? Perché per costruire qualunque cosa è necessario tempo e lavoro e durante questo lasso di tempo tanti eventi possono verificarsi. Se ogni volta che capita un evento noi modifichiamo noi stessi, non riusciremo più a raggiungere la vetta.

La serenità non deve essere una conseguenza, ma una scelta. Una scelta fondata sul fatto che possiamo compiere ciò che intraprendiamo. Come disse Orison Sweet Marden.

  • Salute ed energia

Brian Tracy nel suo libro “Massimo rendimento” spiega che il nostro corpo tende alla buona salute in modo naturale. E’ anche in grado di auto guarirsi ed è in grado di produrre una grande energia. Tutto questo fino a quando non gli mettiamo i bastoni fra le ruote con lo stess, una cattiva alimentazione e una vita sedentaria.

Il nostro cervello anche in questo caso tende ad annebbiarsi quando mangiamo troppo, quando siamo stressati e quando non si fà attività fisica. Come abbiamo detto, se non funziona il cervello, non funziona più niente nella nostra vita.

  • Studio e pratica per costruire

Una persona serena e in buona salute ha una sola strada per costruire qualcosa di duraturo, non ci sono alternative. Studio e pratica in ogni settore hanno consentito a molte persone nel corso della storia di prosperare. Non esistono scorciatoie. A questo proposito ti consiglio questo articolo che ho scritto tempo fa: https://forexdna.com/per-fare-soldi-devi-dimenticarti-dei-soldi/.

Una quercia maestosa un tempo era un seme. Tutto parte da un seme. Come la quercia ha impiegato decenni per crescere, anche i nostri progetti per crescere necessitano di tempo e cure. Studio e pratica sono le cure necessarie per fare crescere i nostri progetti.

Una volta Alfio Bardolla, in un suo video, consigliò di creare progetti a 5 anni. Perché molti sopravvalutano cosa sono in grado di produrre nell’arco di un anno e sottovalutano grandemente i risultati a 5 anni. La malattia del nostro tempo è la fretta. Il consiglio di Alfio Bardolla mi è stato utilissimo per vedere le cose più a lungo termine. Anche Brian Tracy spiega molte cose in proposito e certamente invita a costruire progetti di lungo termine.

La Kabbalah insegna che dobbiamo seminare ogni giorno. Piccoli passi ogni giorno per avere cambiamenti duraturi nel tempo.

  • Indipendenza finanziaria

Non avevo mai sentito parlare di indipendenza finanziaria o di libertà finanziaria. Diversi anni fa andai ad un corso di Alfio Bardolla. In questo corso si parlava di rendite passive, entrate automatiche e molto altro. Tutto nuovo per me e inizialmente fui anche molto diffidente, cmq mi presi del tempo per approfondire, scoprendo poi un mondo nuovo.

Essere indipendente finanziariamente significa guadagnare più denaro di quanto ne serva per le necessità della propria famiglia. Dal mio punto di vista se una famiglia per vivere comoda, ha bisogno di 5.000 euro al mese e ne guadagna 10.000, allora è libera finanziariamente. Non è necessario guadagnare milioni per sentirsi liberi. Ognuno ha un limite oltre il quale si sente libero.

La maggior parte della popolazione nutre preoccupazioni di natura finanziaria e molte volte non si tratta di persone indigenti, ma di persone che dispongono già di un certo reddito. Mariah Carey, la celebre cantante, una volta ha affermato di sentirsi finanziariamente insicura, eppure dispone di un patrimonio superiore ai 100 milioni di dollari.

Quindi ancora una volta ci rendiamo conto che la sicurezza finanziaria è una questione di testa, che varia da persona a persona. Conosco persone davvero povere, che non si preoccupano mai per i soldi e quando le incontro le trovo sempre con un gran sorriso. Poi incontro persone ricchissime (parliamo di milioni), sempre coperte da un velo di rabbia e tristezza.

Chiaramente si incontrano anche persone ricchissime e felicissime, ma queste persone solitamente si distinguono perché hanno creato con le loro mani la loro ricchezza, non l’anno ereditata. In particolare quando penso ai ricchi tristi, mi vengono sempre in mente dei mezzi parenti che ho. Hanno ereditato un capitale e continuano ad ereditare. Non fanno altro che pensare a quando morirà il prossimo zio e sono sempre di pessimo umore. Sia lui che lei non lavorano, non hanno mai lavorato nella loro vita e neanche i loro figli. La Kabbalah spiega chiaramente cosa significa ottenere qualcosa senza guadagnarlo, lo chiama “pane della vergogna”.

Brian Tracy insegna che è necessario partire da un piano. Quanto spendo e quanto mi servirebbe per diventare libero finanziariamente? Esistono diverse vie per far crescere il proprio reddito, ma nessuna di queste vie crea risultati immediati e senza competenza. Studio e pratica devono essere i punti di partenza. Inoltre ogni volta che si parte con una nuova impresa non è possibile sapere tutto e sono necessarie correzioni e aggiustamenti.

Il trading sul forex per me è una via per fornire reddito, ma non l’unica. Nessuno dovrebbe essere mono reddito in questa epoca. Il trading sul forex per me è una parte importante del mio business, ma non mi sono limitato a fare una cosa sola.

Come insegna Brian Tracy nel nostro piano per l’indipendenza finanzia sarà necessario prevedere più fonti di reddito di diversa natura, da costruire una per volta. Il trading sul forex, se ti piace, potrà essere una fonte di reddito assolutamente valida, ma non l’unica. E’ possibile anche costruire diverse fonti di reddito restando nell’ambito del trading, quindi forex, azioni, obbligazioni, opzioni (non mi riferisco alle opzioni binarie, che sconsiglio vivamente), etc.

  • Obbiettivi di valore

Stabilire obbiettivi chiari accende in noi la motivazione ad agire. Ritengo sia costruttivo definire un obbiettivo importante a 5 anni e poi definire obbiettivi intermedi ad un anno, senza cercare miracoli, sopratutto per quello che riguarda il primo anno.

Brian Tracy anche su questo è un maestro eccezionale. Nel suo libro “Massimo rendimento” e “Abitudini da un milione di dollari” è possibile imparate tante cose. C’è anche un DVD con la registrazione di un corso molto bello e costruttivo. Tutti abbiamo bisogno di una guida e Brian Tracy è di grande aiuto sopratutto per chi vuole costruire o migliorare il proprio business imprenditoriale.

About the author

Stefano Mastria

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Add Comment

Click here to post a comment