Cambio sterlina dollaro | Gbp/Usd

Analisi tecnica Gbp/Usd, possibile ritorno verso i minimi

analisi tecnica gbp usd fascia storicaGbp/Usd è un cambio di primaria importanza. Nel corso degli anni ha formato un ampia fascia di equilibrio storica che va da 1.2 fino 1.5, con un massimo storico raggiunto in area 2.0 nel 2007.

Fino a gennaio 2018 il mercato ha configurato una tendenza primaria rialzista, che ha raggiunto un target in area 1.43. Oltre tale punto non si sono configurate chiusure significative ed il mercato successivamente è crollato fino all’area di 1.33.

Tale evento ha posto le basi per un inversione della tendenza primaria dal superamento dell’area di 1.3450. Adesso in base al comportamento della tendenza più recente, rilevabile attraverso il time frame mensile e settimanale siamo in grado di far emergere il comportamento dei large trader per intuire il possibile disegno futuro per le prossime settimane. Pertanto di seguito riporto un possibile scenario ribassista, con i relativi punti di riferimento da utilizzare per trovare liquidità a supporto.

Analisi tecnica Gbp/Usd per far emergere il disegno dei large trader, per un possibile ritorno verso i minimi

analisi tecnica gbp usd trimestraleDopo il raggiungimento del massimo pari a 1.43 il mercato non ha trovato liquidità a supporto per continuare lo sviluppo della tendenza primaria rialzista. Le prese di profitto sono crollate, anche se in un ambito trimestrale, ancora ci sono le basi per una possibile continuazione rialzista. Ne terrò conto in presenza di cambiamenti significativi rispetto all’attuale assetto.

Attualmente Gbp/Usd ha configurato una tendenza ribassista che ha superato il minimo mensile pari a 1.3450. Tale livello è il punto di riferimento che avevo previsto per iniziare la valutazione di una potenziale inversione della tendenza primaria. Da rialzista a ribassista.

Pertanto sui time frame mensile e settimanale emerge una tendenza ribassista, con prese di profitto ridotte. Sul settimanale è possibile rilevare inoltre un Ross Hook con un livello di confine pari a 1.33. Tale punto in questo momento verrà impiegato per trovare liquidità a supporto per confermare la continuazione ribassista, verso i minimi storici.

analisi tecnica gbp usd
Clicca per vedere l’immagine grande

Per comprendere a pieno l’analisi tecnica che utilizzo, ti consiglio di leggere gli articoli che vengono segnalati attraverso i link presenti nell’articolo. Di seguito ti riporto inoltre il possibile scenario ribassista, formulato su TradingView, con i relativi punti di riferimento da seguire per trovare liquidità a supporto, per seguire lo sviluppo della potenziale tendenza ribassista.

In questo scenario vediamo il segmento di trend mensile, di due barre. La terza barra mensile configura prese di profitto ridottissime rispetto a tutto il segmento di trend. Tale assetto presenta le condizioni per una continuazione ribassista della tendenza. Qualora le prese di profitto dovessero superare il 50% (area 1.38), allora inizierò a valutare una ripresa rialzista della tendenza primaria, fino a 1.43 e oltre, fino al prossimo massimo annuale pari a 1.50.

Invece con l’attuale scenario rilevo sul time frame settimanale un ottimo Ross Hook, con prese di profitto ridotte ed un livello di confine chiaro pari a 1.33. Attenderò pertanto una prima chiusura giornaliera e poi settimanale sotto tale area, per confermare la presenza di liquidità a supporto e per seguire lo sviluppo della potenziale continuazione ribassista, verso il minimo storico pari a 1.20. Se vuoi approfondire questi temi, ti consiglio di leggere anche l’articolo dove ho spiegato la come individuare la strategia di trading dei large trader.

Con questo non voglio affermare che il mercato raggiungerà 1.20, indico solo che tale livello costituisce il limite minimo che il mercato non ha mai superato nel corso degli ultimi 30 anni. Pertanto se si svilupperà un ampia tendenza ribassista, punterà al massimo a raggiungere 1.20, prima di invertire nuovamente. Il mercato dei cambi tende a confermare una serie di vecchie abitudini fornendo talvolta un certo margine di vantaggio.

Stefano Mastria

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Aggiungi un commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.