Approccio mentale al business del trading

Il business del trading per essere sviluppato, deve essere costruito su basi solide. E’ necessario conoscere il funzionamento del business ed in che modo deve essere condotto per generare risultati. Spesso si commette l’errore di parlare di soldi e di profitti dimenticando di parlare di cosa realizza i risultati. Infatti nei libri dei grandi trader della storia, non si parla mai di soldi o di quanti soldi volevano fare, piuttosto si dedicano ad una interessante spiegazione sul funzionamento dei mercati finanziari e di come hanno creato propri metodi, per la messa in opera delle gestioni.

Il piano di trading ed i suoi processi

Il piano di trading o strategia di trading è lo strumento che utilizziamo per generare risultati. Deve essere progettato in base alle proprie esigenze, poiché approcci diversi richiedono impegni di diversa natura, pertanto non è possibile lavorare e generare risultati, con piani di trading altrui.

Questo strumento, per la sua messa in opera, richiede competenze specifiche. Sono previsti dei processi, ed ogni passo del piano richiede competenze di tipo previsionale o di tipo gestionale. Le competenze previsionali servono per individuare contesti strategici di elevata qualità, in modo da porre l’attenzione su opportunità con un maggior potenziale. Mentre le competenze di tipo gestionale consentono di separare le opportunità infruttuose, da quelle che hanno un potenziale. Poi grazie dalla gestione dei profitti, alcune opportunità consentono l’ottenimento di risultati.

Trading di lungo termine Vs Trading di breve termine

Il trading di medio e lungo termine consente un lavoro che richiede poco sforzo per ottenere un risultato a fine anno. Si lavora con poche opportunità di ottima qualità. Non è necessario un impegno continuato davanti al pc, anzi spesso è controproducente.

Mentre il trading di breve termine richiede un impegno continuato davanti al pc e la messa in opera della gestione, risulta molto più rischiosa e stressante. Tempo fa ho scritto un articolo dove ho spiegato come rendere il trading di breve termine più efficace e meno stressante. In sintesi indicavo una via migliore secondo la mia esperienza. Se abbiniamo al trading di breve termine anche una possibilità di medio termine. è possibile ridurre il numero di opportunità, per aumentare il livello qualitativo e questo consente un netto miglioramento dei risultati in bilancio, oltre a rendere meno stressante l’attività.

Competenze previsionali Vs Competenze gestionali

Le competenze previsionali consentono di individuare opportunità di trading di elevata qualità, ma sappiamo che un certo numero di opportunità risulteranno sempre infruttuose. In pratica è possibile migliorare questa competenza, ma fino ad un certo punto. Oltre tale limite è necessario intervenire con le competenze gestionali.

Le competenze gestionali sopperiscono alle imperfezioni previsionali. Ci consentono di limitare le spese, ogni volta che un opportunità reagisce in modo infruttuoso. Inoltre la gestione del rischio consente di separare le opportunità con un potenziale da sfruttare, per gestirne i profitti. In questo modo è possibile superare spese e problematiche, e giungere alla realizzazione di profitti.

Per svolgere correttamente questo lavoro tuttavia è necessario ricordarsi che il business deve essere basato su profitti ampi, derivanti da ampie variazioni. In questo modo è possibile conseguire un profitto sufficientemente ampio, anche da un numero ridotto di opportunità di trading. Con questo approccio il piano di trading diventa uno strumento in grado di generare un profitto netto elevato, anche quando il numero di opportunità profittevoli è ridotto.

Le spese sono parte di un processo che porta ad un profitto

Un errore comune tra i novizi del settore, è pensare alle spese come ad una conseguenza negativa. Sono parte di un processo, possono essere ridotte, ma non del tutto evitate. Poiché abbiamo il pieno controllo del rischio siamo in grado, grazie alla gestione, di garante spese limitate ogni volta che incontriamo opportunità infruttuose (vedi Il metodo per garantire spese di piccola entità).

Ogni volta che mettiamo in opera una nuova gestione, questa deve giungere a maturazione. A volte i profitti arrivano tutti insieme a novembre, per fare un esempio, talvolta a gennaio. Sicuramente però la messa in opera del piano deve essere portata avanti con sicurezza e fiducia. Non mi riferisco alla fede, ma alla conoscenza, la sicurezza si forma nel momento in qui ci si dedica a conoscere nei minimi dettagli, il tipo di gestione che si intende applicare. Più ne sappiamo sul mercato e sulla gestione che intendiamo applicare, più siamo sicuri di fare un buon lavoro.

Chi non fonda il proprio lavoro sulla conoscenza, non ha fiducia in quello che fa. Quindi rilevate le prime spese, cambierà il piano, con il risultato che otterrà sempre spese. Una nuova gestione al suo inizio genera sempre spese. Sono necessari dei cicli di ottimizzazione periodici per giungere poi ad un risultato, di anno in anno e con il giusto sforzo. (vedi per maggiori informazioni consulta: La strada da percorrere per diventare un trader profittevole).

Guarda il video della sessione di coaching gratuito su questo argomento

Autore

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.