Per avviare il business del trading è necessario “seminare” azioni specifiche. Azioni che hanno bisogno di tempo per restituire i loro frutti. Ho usato l’immagine di piccole piantine appena germogliate, proprio perché vedremo le azioni da compiere che corrispondono ai semi.

Il business del trading è basato sulla conoscenza e sulla pratica. Quindi chi sa più cose e chi fa più pratica è certamente avvantaggiato. Chi si perde in mille dubbi, solitamente non va molto avanti.

La prima azione da compiere non è aprire il conto di trading, nè fare le prime operazioni.

Il primo passo deve essere quello di studiare un buon libro del settore, per esempio Day Trading di Joe Ross e/o I segreti del trading di breve termine di Larry Williams. Questo per iniziare a capire di che parliamo, per capire com’è strutturato il business.

Studiare apre la mente. Dopo aver studiato questi libri avrai le mente piena di “Trading”. Questo consentirà di entrare nell’argomento. Inoltre poiché la mente ha necessità di metabolizzare gli argomenti, questi libri dovranno essere studiati gradualmente.

Quando andiamo a dormire la nostra mente elabora le informazioni, quindi non possiamo studiare efficacemente un libro intero, in un solo giorno. C’è bisogno di più giorni e di un quaderno per gli appunti per prendere nota degli argomenti chiave. Personalmente prima sottolineo poi prendo appunti nel corso dei giorni.

Il secondo passo è quello di studiare il funzionamento del mercato. Vedi le regole naturali del mercato nel blog e poi i libri di analisi tecnica. Per esempio Analisi tecnica dei mercati finanziari di Murphy e poi anche la versione di Pring.

Dedicare tempo a capire il mercato serve per imparare a leggere e scrivere. Se non sai leggere e scrivere, non riuscirai ad operare efficacemente. Larry Williams insegna che è come imparare una lingua straniera.

Il terzo passo è quello di imparare le dinamiche di mercato abituali. Quindi come si comporta il mercato abitualmente, con vantaggi e svantaggi. Serve per adattare l’operatività in base alle condizioni correnti.

Il quarto passo è quello di studiare i comportamenti complessi del mercato. Io la chiamo analisi strategica. L’analisi strategica serve per capire le condizioni di mercato, e definisce i punti di riferimento per aspettare le opportunità.

Dopo questi 4 passi si può iniziare a parlare di strategia di trading. Quindi si decide in base all’analisi strategica, se operare sul breve o lungo periodo con la singola tecnica.

Nei post precedenti ho parlato del concetto di azione-reazione. Secondo la mia esperienza, queste sono le azioni di base che servono per strutturare il business del trading. I primi quattro passi servono come base sul quale poggiare una preparazione operativa. Chi salta questi passi solitamente non va molto avanti.

Chi parte direttamente con il conto di trading senza sapere niente, solitamente va incontro a piccoli occasionali profitti e grandi delusioni.

I passi per strutturare una strategia di trading li tratteremo in un post separato.

Il mio progetto Fx University può aiutarti in questo processo di apprendimento.

A presto

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Website Comments

  1. roberto bessolo pejla
    Rispondi

    hehehehehehehe , vero Stefano , ma dimentichi che mentre un persona impara magari con un piccolo conto, dietro ci sia anche una causa di forza maggiore, ovvero moglie , che opera anche lei li ascoltando quando ascolti gli esperti e provando poi a fare qualcosa , anche danni, ehheheheheheheheheheehehehe, pero devo dire che ha’ intuito e non fa piu di 2 volte lo stesso errore, insomma si fa un po di ossa ,
    ciao Stefano , fai ottima serata .

Post a comment