Calendario economico forex

CAD, Calendario Economico del 18 aprile 2018: focus su tassi canadesi

La giornata del 18 aprile 2018 si preannuncia molto importante per il dollaro canadese ( CAD ). Il calendario economico, infatti, riporta un evento decisivo: la decisione dei tassi di interesse da parte della Bank of Canada. Si segnalano, poi, altri eventi importanti sul fronte euro, GBP e USD. Ecco una panoramica dei maggiori appuntamenti in programma e le stime degli analisti.

Ore 10.30. Indice dei prezzi al consumo nel Regno Unito. UK CPI. L’inflazione è un parametro fondamentale, e per l’economia in generale e per i trader del Forex. Orienta, infatti, le scelte di politica monetaria, che a loro volta impattano quasi direttamente sui rapporti tra le valute. Una inflazione che si allontana dall’obiettivo (che è nella stragrande maggioranza dei casi attorno al 2%), a prescindere dalla direzione, nell’immediata spinge la valuta al deprezzamento. Una inflazione che invece si avvicina all’obiettivo impatta positivamente sulla valuta. L’inflazione annuale nel Regno Unito dovrebbe rimanere leggermente alta, al 2,7% (come la rilevazione precedente). A livello mensile, invece, dovrebbe scendere dallo 0,4% allo 0,3%.

Ore 11.00. Indice dei prezzi al consumo nell’area Euro. Euro Zone CPI. Stesso discorso per l’inflazione dell’euro zona, che però soffre del problema contrario: l’inflazione è troppo bassa, e lo è nonostante la imponente politica monetaria espansiva messa in campo dalla BCE. L’inflazione dell’area Euro dovrebbe rimanere fissa all’1,4% annuo, mentre su base mensile dovrebbe registrarsi un concreto balzo in avanti: dallo 0,2% all’1,0%. L’impatto, tutto sommato, considerando soprattutto il dato mensile, dovrebbe essere più che positivo.

Ore 16.00. Decisione sulla politica monetaria della Bank of Canada. BoC Rate Statement. La banca centrale canadese è stata una delle poche, tra quelle occidentali, ad aver seguito la Fed nel suo programma di rialzo tassi. Alcuni hanno giudicato questa scelta troppo prematura, come hanno dimostrato le cattive performance in campo economico del gigante nordamericano. Dunque, è probabile che la Bank of Canada non modifichi i tassi, che rimarranno stabili all’1,25%.

Ore 16.30. Scorte di petrolio greggio negli Stati Uniti. US Crude Oil Inventories. Il mercato chiede una riduzione dell’offerta, in modo da sostenere il prezzo del petrolio. Gli Stati Uniti, nel complesso, eccetto che in alcuni casi (come la settimana scorsa, che ha segnato un concreto aumento delle scorte), ha fatto il suo dovere. Lo dovrebbe fare pure questa settimana: si prevede infatti un taglio di 1,9 milioni di barili.