CAD, Calendario Economico del 4 dicembre 2019: focus su tassi canadesi

La giornata del 4 dicembre 2019 si preannuncia abbastanza movimentata. Il calendario economico segnala alcun eventi in grado di impattare sul mercato. In particolare, la decisione dei tassi di interesse della banca centrale canadese, che eserciterà una influenza significativa sul CAD (dollaro canadese). Ad ogni modo, ecco una lista con gli appuntamenti più importanti e le stime degli analisti.

Ore 01.30. Prodotto Interno Lordo dell’Australia. Australian GDP. Il Prodotto Interno Lordo è il parametro più importante tra quelli che riguardano l’economia reale, anche perché ne sintetizza le prestazioni in maniera esauriente. Quando il PIL cresce più del previsto, la valuta trae una spinta rialzista. In caso contrario, la spinta è ribassista. Il PIL dell’Australia è dato al +0,5% nel terzo trimestre (come nel secondo).

Ore 10.30. Indice dei direttori degli acquisti del settore servizi del Regno Unito. UK Services PMI. L’indice segnala il grado di attività delle aziende impegnate nel terziario e viene ricavato da un sondaggio sui responsabili degli acquisti. Il valore soglia, che discerne tra contrazione e crescita è il 50. Quando l’indice cresce, la valuta trae una spinta rialzista; quando l’indice delude, la spinta è ribassista. Il PMI servizi britannico dovrebbe permanere al di sotto della soglia, ovvero al 48,6 (come nella rilevazione precedente).

Ore 14.30. Variazione dell’occupazione non agricola degli Stati Uniti. US ADP. Questo market mover, esistente solo negli Stati Uniti, segnala la variazione del numero di occupati in tutti i settori eccetto quello agricolo. Quando la variazione supera le aspettative, la valuta trae una spinta rialzista; quando la variazione delude, o addirittura è negativa, la spinta è ribassista. Secondo gli analisti, l’ADP relativo a novembre dovrebbe far segnare 140mila unità (a ottobre era 125mila).

Ore 16.00. Indice ISM non manifatturiero degli Stati Uniti. US Non-Manufactoring ISM PMI. Questo market mover è semplicemente un PMI realizzato dall’Institute for Supply Management e relativo a tutti i settori eccetto il manifatturiero. Le dinamiche però sono le stesse, valore soglia compreso. Ad ogni modo, stando agli analisti, l’indice dovrebbe scendere da 54,7 a 54,5.

Ore 16.00. Decisione dei tassi di interesse della Bank of Canada. BoC Rate Statement. Le modifiche al tasso di interesse incidono pesantemente sui rapporti tra le valute, anche perché sortiscono un doppio effetto psicologico e tecnico. Dal punto di vista psicologico, gli investitori tendono ad allinearsi in maniera quasi immediata alle prospettive di prezzo innescate dalle modifiche ai tassi. Dal punto di vista tecnica, la modifica dei tassi produce un impatto significativo sulla massa monetaria, a sua volta responsabile, tra gli altri, dei rapporti tra le valute. Ad ogni modo, quando i tassi vengono aumentati, la valuta, in questo caso il CAD, subisce una spinta rialzista. Quando i tassi vengono abbassati, la spinta è ribassista. La banca centrale canadese dovrebbe confermare i tassi in territorio moderatamente espansivo, ovvero allo 0,75%.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.