CHF, Calendario Economico del 13 Giugno 2019: focus su tassi di interesse svizzeri

Giornata movimentata, quella del 13 giugno 2019. Il calendario economico, infatti, segnala molti eventi in grado di influenzare il mercato. Tra questi spicca la decisione dei tassi di interesse della Swiss National Bank, impattante sul CHF (franco svizzero). Ad ogni modo, ecco i principali eventi della giornata e le stime degli analisti.

Ore 03.30. Tasso di disoccupazione in Australia. Australian Unemployment Rate. Il tasso di disoccupazione è il market mover più importante tra quelli che riguardano il mercato del lavoro. Se si rivela più alto del previsto, la valuta trae una spinta ribassista. Se si rivela più basso del previsto, la spinta è ribassista. Nonostante il periodo di incertezza dell’economia australiana, il tasso di disoccupazione australiano dovrebbe scendere dal 5,2% al 5,1%, almeno secondo gli analisti.

Ore 08.00. Indice dei prezzi al consumo in Germania. German CPI. L’inflazione è il market mover più importante per il Forex, a esclusione del tasso di interesse. Anche perché influenza le banchi centrali nella determinazioni di quest’ultimo. L’inflazione ideale, in genere, è del 2% annuo. Se i prezzi si avvicinano a questo target, la valuta trae una spinta positiva. Se si allontanano, la spinta è negativa. La Germania, relativamente a maggio, dovrebbe mantenere l’inflazione su livelli discreti. Gli analisti prevedono un +0,2% (dato identico alla rilevazione precedente).

Ore 09.30. Decisione sul tasso di interesse della Swiss National Bank. SNB Rate Statement. La decisione del tasso di interesse è il market mover più importante, anche perché una qualsiasi modifica del costo del denaro impatta sui rapporti tra le valute. Quando i tassi vengono aumentati, la valuta trae una spinta rialzista. Quando i tassi vengono diminuiti, la valuta trae una spinta ribassista. La banca centrale svizzera dovrebbe confermare i tassi in territorio negativo, ovvero al -0,75%. Una decisione doverosa, se si pensa a quanto bassa sia l’inflazione nel paese elvetico.

Ore 11.00. Produzione industriale dell’Unione Europea. EU Industrial Production. La produzione industriale è un parametro fondamentale dell’economia reale. Nello specifico, registra la variazione del valore dei beni prodotti in un dato periodo. Quando la variazione è migliore del previsto, la valuta trae una spinta rialzista. Quando la variazione delude le aspettative, o addirittura si rivela negativa, la spinta è ribassista. L’Unione Europa sta attraversando un periodo pessimo dal punto di vista economico, e il dato sulla produzione industriale dovrebbe confermarlo. Gli analisti prevedono una produzione al -0,5% (dato precedente: -0,3%).

Ore 14.30. Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti. US Unemployment Claims. Il dato misura il numero di richieste di sussidi avanzate nella settimana precedente alla pubblicazione. E’ un market mover importantissimo del mercato del lavoro. Se il numero aumenta, la valuta trae una spinta ribassista. Se il numero delle richieste diminuiscono, la spinta è rialzista. Gli analisti prevedono, per l’ultima settimana, 215mila richieste (dato precedente: 218mila richieste). Il dato, quindi, è segnalato in miglioramento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.