CNY, Calendario Economico del 12 e 15 Luglio 2019: focus su PIL cinese

Le giornate del 12 e del 15 luglio 2019 si preannunciano abbastanza tranquille. Il calendario economico segnala pochi eventi in grado di impattare sul mercato. Tra questi, la pubblicazione del dato sul PIL cinese, che certamente inciderà sul CNY (yuan). Ad ogni modo, ecco  la lista degli appuntamenti più importanti e le stime degli analisti.

Venerdì 12 luglio

Da fissare. Saldo della bilancia commerciale della Cina. China Trade Balance. Il saldo della bilancia commerciale è un market mover importante in quanto incide sulla massa monetaria, che ha sua volta genera un impatto sui rapporti tra le valute. Quando il saldo migliora (aumenta il surplus o diminuisce il deficit) allora la valuta, in questo caso il CNY, trae una spinta positiva. Quando il saldo peggiora (aumenta il deficit o diminuisce il surplus) la spinta è negativa. La Cina è conosciuta per i suoi ampli surplus. Il dato relativo a giugno dovrebbe confermare questa nomea. Gli analisti si aspettano infatti un surplus pari a 45,02 miliardi di dollari (dato precedente: 41,66 miliardi).

Ore 11.00. Produzione industriale dell’Unione Europea. EU Industrial Production. Questo market mover suggerisce la variazione del valore dei beni prodotti dall’industria. E’ un parametro importante dell’economia reale. Quando la variazione supera le aspettative, la valuta trae una spinta rialzista. Quando invece delude le aspettative o addirittura è negativa, la spinta è ribassista. Dopo un aprile pessime (-0,2%) la produzione europea dovrebbe segnare un buon +0,2%.

Ore 14.30. Indice dei prezzi alla produzione degli Stati Uniti. US PPI. Questo market mover non è altro che una inflazione rilevata al passaggio delle merci dai produttori ai commercianti. Il meccanismo è simile a quello dell’inflazione normale: quando si avvicina al target del 2% annuo, la valuta trae una spinta rialzista, in caso contrario la spinta è ribassista. Negli Stati Uniti la pressione disinflazionistica dei prezzi è notevole, e il dato di giugno dovrebbe confermarlo. Gli analisti si aspettano un misero +0,1%, proprio come il mese precedente.

Lunedì 15 luglio

Ore 04.00. Produzione industriale della Cina. China Industrial Production. La Cina sta attraversando un periodo di incertezza economico. Tuttavia, negli ultimi mesi, la produzione industriale dovrebbe segnare una minima accelerazione. Gli analisti si aspettano il +5,2% (dato precedente: +5,0%).

Ore 04.00. Prodotto Interno Lordo della Cina. China GDP. Il PIL è il parametro che meglio degli altri fornisce indicazioni sull’economia reale. Se la variazione supera le attese, allora la valuta trae una spinta rialzista. Se la variazione delude, o addirittura segnala una recessione, allora la valuta trae una spinta ribassista. Le performance del PIL cinese sono lontane da quelle di qualche anno fa e, pur registrando numeri elevati, suggeriscono un certo rallentamento dell’economia, forse dovuto alle tensioni commerciali a livello internazionale. Il dato relativo agli ultimi mesi dovrebbe confermare questa tendenza: gli analisti si attendono il +8,3% in luogo del +8,6% dei mesi precedenti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.