Barre di collasso senza direzionalità
La barre di collasso senza direzionalità indicano il fallimento del prezzo nel superare un ostacolo.

collasso-senza-diQuesto tipo di collasso non indica una reazione al collasso, quindi non ci fornisce nessun margine di prevedibilità. E’ una barra che non ci fornisce alcun dato sulla potenziale reazione futura. Il collasso può confermare anche l’importanza di un livello o confermare una falsa rottura oltre il range di un gruppo di barre.

La chiusura spesso è vicina all’apertura con ombre evidenti in entrambe le direzioni. Comunque per esprimere un collasso la barra deve superare con le ombre il massimo o minimo di una barra precedente o un gruppo di barre precedenti.Nelle immagini riporto due esempi di barre di collasso senza direzionalità, che indicano il collasso nel superamento di un minimo e poi di un massimo.

Barre di collasso con direzionalità

Invece le barre di collasso con direzionalità indicano sempre il fallimento nel superamento di un livello, ma indicano anche una direzionalità precisa. Dopo il collasso indicano una potenziale inversione. Quindi queste barre ci forniscono indicazioni precise su quello che potrà verificarsi nel futuro.

collasso-con-diSono un’ottimo elemento da prendere in considerazione quando si verificano oltre il range di una barra significativa, per esempio al termine di una fase di contro trend, oppure oltre un gruppo di 7barre, indicando quindi una falsa rottura.

Per filtrare correttamente le barre di collasso con direzionalità è necessario osservare la posizione del prezzo di chiusura rispetto all’apertura. Se una barra di collasso che si trova al termine di un segmento di trend rialzista, ha la chiusura sotto l’apertura e un ombra significativa oltre il massimo della barra precedente, allora indica una direzionalità. Nei due esempi riportati abbiamo due barre di collasso con direzionalità che collassano sui massimi e poi chiudono sotto l’apertura. Successivamente la tendenza produce una continuazione del trend ribassista.

A presto

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Post a comment