Canale Telegram Blog per Studenti e Neofiti Blog per Trader (a breve) Inizia la prova gratuita di 7 giorni >> ForexTradingUniversity.org
Canale Telegram Blog per Studenti e Neofiti Blog per Trader (a breve) Inizia la prova gratuita di 7 giorni >> ForexTradingUniversity.org

Come fare trading online, senza stare davanti al pc

come fare trading onlineVediamo come fare trading online senza stare davanti al pc. I primi tempi ero schiavo del trading, lavoravo poco alla pianificazione e lavoravo tanto a mercato reale, con risultatati poco soddisfacenti. Come fanno molti novizi. Ma, ad un certo punto, non sono stato più in grado di reggere questo ritmo, e fermai tutto per cercare una soluzione.

Studiando il business dei grandi trader della storia e anche quelli contemporanei (vedi i libri Trend Wizard di Jack Schwager, contengono le interviste ai traders), ho capito che un lavoro accurato di pianificazione consente di ridurre il rischio complessivo della gestione, ed inoltre consente di operare poco a mercato reale.

Il profitto finale di una gestione non dipende mai dal numero delle operazioni impiegate, mentre il rischio complessivo si. Quindi operando tanto, rischiavo tanto, e non miglioravo le possibilità di guadagnare.  La strada che dovevo seguire era diversa, dovevo pianificare di più, per migliorare le possibilità di intercettare variazioni di mercato ampie, e poi dovevo operare di meno a mercato reale, per ridurre il rischio complessivo della gestione.

Come fare trading online, pianificando ogni dettaglio

La pianificazione è la chiave, per far lavorare il trading per noi. Quando ero costretto davanti ai monitor tutto il giorno, ero schiavo del trading. Ero stanco, stressato e quando arrivavano le opportunità migliori, non ero lucido per attuare una gestione ottimale. Lavoravo per il trading, quando invece era il trading che doveva lavorare per me. Vediamo di seguito come attuare una pianificazione efficace, per operare a mercato con poche operazioni nel corso dell’anno e consolidare specifici obbiettivi di profitto.

E’ necessario curare dettagli sia previsionali che gestionali, prima di operare. In modo da poter operare in pochi ed ottimi momenti, nel corso dell’anno. Solo in determinati giorni è richiesto un impegno maggiore, mentre per la maggior parte dell’anno si svolge un lavoro di pianificazione e ottimizzazione della gestione. La pianificazione previsionale richiede l’individuazione di opportunità di trading ben precise (una sola opportunità per ogni asset). E’ necessario definire eventi chiari, facili da individuare e sfruttare. Mentre la pianificazione gestionale, deve prevedere tecniche e metodi per generare piccole spese e profitti compatibili con lo studio previsionale.

Per trovare opportunità di qualità studio le ricorrenze a basso rischio, quindi eventi che si sono ripetuti nel corso dei 5 anni precedenti alla data attuale. Studio come identificare le ricorrenze, poi analizzo le reazioni che questi eventi sono stati in grado di produrre. Emergono in questo modo delle informazioni, tra queste c’è l’ampiezza delle variazioni di mercato che l’evento in questione è in grado di produrre. Così è possibile definire obbiettivi di profitto realistici, poiché rispecchiano la realtà del mercato.

Quando nella community spiego come definire un obbiettivo di profitto di un asset, arriva sempre qualcuno che azzarda cifre. Spiego che gli obbiettivi ci vengono indicati dal mercato, non sono frutto di un nostro desiderio. Quando il trader nutre il desiderio di concretizzare un determinato obbiettivo di profitto, si mette alla ricerca dell’asset che è in grado di produrre quel risultato. Lo studio previsionale indica l’opportunità di trading, ma suggerisce anche vantaggi e limiti dell’asset. Il trader lavora sempre entro l’ambito dello studio previsionale, senza mai forzare i limiti dell’asset. Questo perché ogni volta che si lavora per forzare tali limiti, si generano invariabilmente spese.

Per approfondire questo tema ti consiglio di studiare il corso di trading che ho pubblicato di recente quì nel blog. E’ totalmente gratuito e viene pubblicato per preparare i potenziali candidati alla community. Consulta il materiale e poi se hai domande, ponile direttamente quì nel blog. Sotto ogni articolo è presente un area per commentare. Il corso include 10 webinar registrati nel corso di 20 settimane, inoltre all’interno di ogni articolo sono presenti diversi link, per dare accesso a contenuti sempre più specifici.

Come fare trading online, con poche operazioni

I profitti non dipendono dal numero delle operazioni, ma dipendono in larga parte dalle variazioni di mercato che siamo in grado di intercettare. Mentre il rischio dipende direttamente dal numero di operazioni impiegate nella gestione. Quindi la cosa più ovvia da fare è pianificare di più, per impiegare meno operazioni possibili. Quando ho capito questa cosa, il mio trading è cambiato radicalmente.

Per spiegare nella community come funzionano i miei asset, svolgiamo delle simulazioni. Emergono in questo modo dei dati, che mostro per evidenziare i vantaggi ed i limiti di ogni asset finanziario. In questo articolo che puoi consultare attraverso il link, puoi vedere il funzionamento dell’asset Orione. Emerge che l’asset dal 2014 fino al 2018 è stato in grado di produrre profitti variabili dal 29% al 15% su base annua. Questo dato indica il profitto massimo che questo tipo di asset è in grado di produrre su EurUsd. Poi emergono anche le flessioni, quindi il rischio massimo necessario per giungere a questi risultati. Tale dato viene espresso sempre sia in termini percentuali, sia indicando il numero di operazioni. Quindi otteniamo che su EurUsd, l’asset Orione per produrre risultati, richiede una flessione che va da -0,85 con 2 operazioni, fino ad un massimo di -4,26% con 8 operazioni.

Tutto questo mostra che per fare un ottimo profitto, non è necessario rischiare tanto o lavorare tanto in fase operativa. Serve solo un maggior lavoro in fase di pianificazione. Se svolto correttamente, si possono preparare più asset su più mercati, per fare un buon lavoro. Inoltre aggiungo che un asset che è in grado di produrre un profitto con solo 2/8 operazioni su base annua, lascia a disposizione tanto altro tempo da dedicare ad altri asset, per duplicare i risultati distribuendo il rischio (consulta questo esempio).

Autore

Mi occupo di trading di lungo termine (trend following) e attraverso questo blog condivido materiale utile per gli studenti della community Forex Trading University / Over Traders. Spiego il business del trading, concepito per sfruttare ampie variazioni di mercato e poi condivido tecniche, metodi e strategie di trading per consentire a tutti gli avventori di avvicinarsi alla nostra community. Attualmente la community conta circa 800 membri fra studenti e trader.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.