fbpx
Guide gratuite

Come funziona il trading

Il business del trading ha radici antiche nel mondo anglosassone. Si faceva trading già nel tardo 1800 e lo racconta anche Joe Ross, un celebre trader piuttosto anziano, ma ancora in piena operatività. Racconta che il suo prozio faceva trading sulle granaglie. Pertanto il trading non è qualcosa di recente, ma si tratta di qualcosa con radici antiche. Per certi versi funziona allo stesso modo di 100/150 anni fa.

Per guadagnare con il trading è necessario acquistare un bene o un titolo e rivenderlo ad un prezzo più alto, grazie al rialzo del mercato. Si guadagna in base all’ampiezza delle variazioni di mercato. Più la variazione di mercato è ampia, più si guadagna. La stessa cosa si fa quando il mercato scende. Con il trading si può vendere un bene, prima di averlo e poi ricomprarlo ad un prezzo più basso, per guadagnare da una variazione di mercato negativa. E’ possibile guadagnare quando il mercato sale, e anche quando il mercato scende.

E’ possibile acquistare un certo quantitativo di valuta, per esempio, e guadagnare sfruttando le variazioni dei tassi di cambio. Questo è quello che facciamo nell’ambito del mercato del forex. Ma è possibile acquistare anche azioni, materie prime (oro, argento, caffe, grano, etc), oppure si può lavorare sfruttando le variazioni di mercato degli indici azionari (Dax, S&P 500, FTSE MIB, Dow Jones, Nyse, etc). Ogni mercato offre dei vantaggi e pone il trader di fronte ad una serie di problematiche da studiare e gestire. Infatti in genere è preferibile scegliere un mercato e impegnarsi ad acquisire una competenza specifica, per fare un buon lavoro. Non è consigliabile saltare da un mercato all’altro senza conoscerne le caratteristiche, le problematiche e i vantaggi specifici.

Come funziona il trading e in che modo si giunge ad un profitto

Per giungere ad un profitto in modo sistematico con il trading è necessario studiare il proprio mercato e mettere a punto propri piani di trading, adatti alle proprie esigenze specifiche. Ho scritto tempo fa un articolo che si chiama “Come fare trading online partendo da zero”  dove ho spiegato i primi passi da compiere e come sfruttare al meglio il coaching gratuito che metto a disposizione nel blog. Si tratta di un iniziativa nata per fornire un orientamento a chi si affaccia per la prima volta al business del trading, per evitare errori e per studiare con un approccio mirato il business del trading.

Il piano di trading è lo strumento che consente la realizzazione dei profitti. Una volta messo a punto inizia a produrre risultati. Per spiegare il processo necessario per la realizzazione di una strategia di trading efficace, ho registrato un corso di trading gratuito che ho pubblicato quì nel blog. Sono 10 video. Troverai inoltre una spiegazione completa per acquisire le basi necessarie, per comprendere il business del trading e i suoi vantaggi.

Citazione Van Tharp 2Devi sapere che una strategia di trading efficace non è mai in grado di fornire tutte opportunità in profitto. Il “segreto” per guadagnare sui mercati finanziari sta nella gestione. Nel corso di trading che ti ho segnalato spiego, tra le altre cose, l’approccio al business del trading. In pratica come realizzare un profitto netto elevato, da un numero ridotto di operazioni in profitto e come garantire piccole spese, quando il mercato delude le aspettative.

Come funziona il trading: Capacità previsionale Vs Capacità gestionale

Se ti dedicherai a studiare il materiale che ti ho consigliato, imparerai che le nostre capacità previsionali possono essere migliorate per anticipare con successo il mercato, un certo numero di volte, ma non sempre. Non è possibile pertanto anticipare con successo il mercato il 100% delle volte, ma è possibile migliorare questo aspetto fino ad un certo punto, per poi sfruttare le nostre capacità gestionali. Ti fornisco una tale evidenza per farti capire come funziona il trading e quale strada puoi sfruttare per iniziare a costruire una competenza solida.

Citazione Van Tharp 3

Non ascoltare coloro i quali affermano di avere la strategia perfetta, che guadagna e non perde mai. Spesso i venditori di bassa lega si preoccupano di apparire perfetti, per vendere più facilmente agli ingenui. Il trading non è tanto diverso ad ogni altra attività di business tradizionale. Come non esistono aziende che guadagnano solo, senza avere spese, non esistono trader che guadagnano solo, senza gestire delle spese.

Si giunge ad un guadagno con il business del trading, creando una strategia in grado di sfruttare al meglio le capacità previsionali del trader e poi gestendo spese e profitti, per garantire spese di piccole entità, ogni volta che il mercato delude le aspettative. Inoltre deve essere in grado di massimizzare i profitti, quando il mercato lo consente. Questa è la strada che hanno seguito i più grandi trader della storia, da sempre, in ogni epoca storica.

Come funziona il trading: Day Trading Vs Trading di posizione

Il Day Trading o Trading di breve termine nasce dopo l’avvento dei computer, prima era praticamente inesistente probabilmente a causa delle difficoltà di trasmissione degli ordini e anche per gli scarsi ritorni. Quando non c’erano i computer era necessario telefonare al broker per trasmettere gli ordini a voce, poi era necessario attendere l’eseguito. In pratica il broker poi doveva richiamare per confermare la transazione. Tutto questo processo poteva durare anche più di 24 ore, pertanto le premesse per il day trading non c’erano. Oltretutto non esistevano i grafici in tempo reale. Si acquistava in edicola il giornale che riportava gli ultimi dati ed il trader si dedicava per disegnare sulla carta millimetrata i grafici. Era un modo di lavorare molto diverso, anche se certe cose nella sostanza non sono cambiate, si sono solo velocizzate.

C’è da dire tuttavia che probabilmente non se ne sentiva neanche la necessità, visto che un trading su brevi variazioni di mercato, si basa anche su profitti ridotti. Oggi purtroppo la maggior parte degli avventori sono orientati verso un lavoro di breve termine, a causa di un’ingiustificata fretta, che porta a pensare che un trading veloce, porti a guadagni veloci. Niente di più lontano dalla verità.

I grandi trader della storia hanno sempre lavorato sfruttando ampie variazioni di mercato. Anche i trader contemporanei di grande spessore, hanno sempre lavorato per sfruttare ampie variazioni di mercato. Ampie variazioni di mercato da un numero ridotto di opportunità di trading, mentre invece la moda va nella direzione opposta. Vediamo di analizzare i vantaggi, gli svantaggi e le caratteristiche di ogni approccio.

Come funziona il trading di breve termine

Il Day trading mira a lavorare sfruttando variazioni di mercato ridotte. Per realizzare un profitto è necessario assumere un rischio elevato e pertanto questo approccio richiede una presenza vigile e pronta da parte del trader. In sintesi si lavora tanto e si guadagna poco, sopratutto se ci si limita ad un ambito giornaliero. In questo articolo che ti segnalo di seguito ho spiegato come rendere profittevole un approccio basato sul trading di breve termine, sfruttando anche variazioni di mercato di medio termine (ambito settimanale).

Ritengo ancora più sconveniente lo scalping, un trading di brevissimo termine, basato su variazioni di mercato ancora più ridotte. In pratica si lavora con un rischio elevatissimo per guadagnare poco, con tante operazioni. Considerando che ogni operazione espone ad un rischio elevato, diventa molto difficile guadagnare e anche molto faticoso. Esistono tuttavia ottimi trader che praticano questo approccio con successo, ma li ritengo più artisti/trader che trader/imprenditori.

Come funziona il trading di lungo termine

Larry Williams citazione 5Mentre un approccio meno noto tra i novizi, ma certamente migliore per gli imprenditori di questo settore è il trading di lungo termine, che vanta radici antiche. Nel corso della storia tutti i grandi trader hanno prosperato grandemente grazie al trading basato su ampie variazioni di mercato. Questo approccio prevede un trading poco rischioso, punta a lavorare con poche opportunità, per realizzare un profitto netto elevato sfruttando la leva del tempo. (Vedi: Le 3 leve da sfruttare per creare strategie di trading efficaci)

L’obbiettivo è far lavorare il trading, non fare lo schiavo per il trading. Il business del trading deve essere avviato, per produrre con il minimo sforzo. Se il trading richiede tutto il mio tempo, per ottenere pochi profitti e per giunta con un rischio elevato, allora non funziona. Non si tratta di un mio modo di vedere questo business, ma di un approccio che ho imparato e del quale ti sto dando solo visibilità. Pertanto alcun merito può essere attribuito a me. Non ho inventato nulla, mi sono solo dedicato a studiare e praticare questo tipo di approccio.

Per fare un buon lavoro è necessaria una fase di integrazione e poi di ottimizzazione per puntare a produrre meglio, con poche operazioni nel corso dell’anno. Senza puntare ad un profitto veloce, che poi non arriva mai. Chi cerca profitti veloci commette due grandi errori, aumenta il rischio e aumenta il numero delle operazioni e questo approccio ha sempre creato perdite/spese maggiori.

Se vuoi approfondire ulteriormente questa materia studia anche il corso forex in 9 video che trovi quì nel blog. E’ un altro corso di trading, più specifico per studiare il trading sul forex e per comprendere il processo da seguire nel suo complesso.

Stefano Mastria

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

2 Commenti

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.