Quello che serve alle persone per portare a termine i propri obbiettivi è la motivazione. Ma dove prendiamo l’energia per motivarci?

Partiamo dal presupposto che viviamo in un mondo regolato dal principio di Azione Reazione. Se facciamo una determinata azione, riceveremo una determinata reazione.

Per avere profitti nel trading ci sono azioni precise da fare.

Questo vale per tutto. Per dimagrire è necessario fare attività fisica e nutrirsi in modo sano. Lo sanno tutti, ma tutti cercano il metodo veloce per dimagrire. Perchè? Sappiamo come fare, eppure non lo facciamo e cerchiamo…

Quindi se una persona non dimagrisce è solo perché non ha “attivato” le azioni giuste. E’ un problema psicologico, non di metodo.

L’altro problema, sempre di natura psicologica, è la fretta. “Voglio tutto e subito, senza sforzo!”.

Quindi i 2 problemi che ostacolano le persone solo la mancanza di azioni mirate e la fretta. Spesso a causa della fretta poniamo azioni affettate. Questo non solo fa perdere più tempo ma contribuisce a restituire frustrazione e ansia. Perchè? Sempre a causa del principio di azione reazione. Azioni affrettare restituiscono sempre frustrazione, ansia, insoddisfazione, etc.

Sappiamo il risultato di una determinata azione, allora perché non ci fermiamo a ragionare prima di agire?

Per avere le mie risposte studio molto. Leggo libri e studio la Kabbalah (Un antica saggezza ebraica. Non è una religione) http://it.kabbalah.com/. Dalla Kabbalah ho ricevuto numerose risposte e indicazioni per una maggiore consapevolezza. Se ti interessa approfondire puoi ascoltare la prima lezione gratuita del Kabbalah Center a questo link: http://it.kabbalah.com/content/video-learning-centre

Dalla Kabbalah ho imparato che esiste una forza che si chiama opponente. Questa forza ha il compito di consentirci di essere artefici delle nostre conquiste. Questo opponente quindi ci ostacola in vari modi. Tutte le volte che veniamo sedotti dalla via veloce, dal guadagno facile, è lui che cerca di buttarci giù, spesso in modo violento. Lo stesso vale per la pigrizia e per le dipendenze.

Quando ascoltiamo e seguiamo l’opponente diamo la nostra energia a lui. Così si nutre e diventa più forte e noi diventiamo marionette.

Perché l’opponente fa questo? Perché lo abbiamo chiesto noi. Si proprio noi. Senza adesso scendere nei particolari la Kabbalah spiega che prima della creazione del mondo fisico abbiamo chiesto di essere artefici. Artefici per poter essere Creatori.

Quindi noi siamo Creatori e abbiamo un immenso potere. L’opponente ci attacca per farci svegliare dal sonno. Sa che siamo molto forti e che siamo in grado di batterlo. Più dormiamo più lui ci attaccherà.

Quindi come ritrovare l’energia! Ogni volta che cerchiamo la via veloce, ogni volta che siamo reattivi diamo energia e perdiamo autostima e determinazione.

Ogni volta invece che decidiamo cosa fare e poniamo azioni proattive, prendiamo energia e diventiamo più forti. E’ sufficiente smettere di reagire negativamente ad ogni cosa. Porre un obbiettivo alla volta e porre azioni precise.

Per decidere in che modo agire è necessario studiare. Per sapere quali azioni portano al nostro scopo. Non tutte le azioni portano dove vogliamo andare, quindi agire di fretta ci farà prendere solo una via sbagliata. Adesso sai dove porta una via suggerita dall’opponente.

Quindi domandati sempre, questa azione dove porta? Perché sto facendo questa azione, l’ho deciso io o l’opponente?

Nel prossimo post elencherò le azioni da intraprendere per il business del trading. Le azioni che io conosco per raggiungere i miei obbiettivi.

E’ molto importante però prendere coscienza della realtà. Non esistono difficoltà. Le difficoltà sono le chiavi per accedere ai nostri obbiettivi. Dobbiamo solo girare le chiavi, cioè affrontare le difficoltà sapendo di poterle superare.

Orison Swett Marden (fondatore del magazine Success nel 1897) diceva: “Non ci può essere grande coraggio dove non c’è fiducia o sicurezza di sè, e metà della battaglia sta nella convinzione che possiamo compiere ciò che intraprendiamo.”

La Kabbalah insegna che abbiamo grande potere ed insegna ad usarlo. Per millenni lo studio della Kabbalah è stato vietato per legge. Il popolo non doveva accedere a queste informazioni.

Se vi farà comodo, sarò felice di condividere con voi ancora qualche informazione sulla Kabbalah.

A presto

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Website Comments

  1. Fabio
    Rispondi

    Buongiorno Stefano,
    sono iscritto alla forex university se non sbaglio da febbraio 2015,mi piace moltissimo il tuo percorso,ne sono innamorato,però stò avendo un problema,con tutte le cose che voglio fare e studiare mi hanno fatto bloccare,tutti i libri che vorrei leggere e le attività che vorrei realizzare le sento sulle spalle come un macigno,ho fatto corsi per trading online, internet business,investimenti immobiliari e network marketing,mi piacerebbe creare un piccolo team per svolgere tutte queste attività,ma mi ritrovo sempre solo,ho 48 anni e sento che il tempo sta fuggendo via senza riuscire a concretizzare nulla,vorrei studiare la kabbalah e raggiungere anche altri obbiettivi ma spesso con tutte queste cose mi ritrovo a non fare nulla,la mia frustrazione è anche il fatto che non riesco a risparmiare un piccolo capitale per iniziare a fare analisi,per due volte ho versato 2000 euro su ig market e due volte li ho dovuto ritirare per altre esigenze, comunque non voglio mollare spero veramente che continuerai per molto tempo ancora il percorso di forex university, ormai senza di te mi sentirei perso, grazie di tutto e scusa per lo sfogo.

    • Stefano Mastria
      Rispondi

      Caro Fabio, devi capire che per realizzare le cose c’è bisogno di un impegno costante. Erroneamente pensiamo di dover fare tutto insieme, non è così. Nessuno realizza tutto insieme dal nulla.

      Ricordati di mettere un piccolo mattone ogni giorno e sentiti appagato per questa azione quotidiana. Poi dopo un anno ti girerai e troverai la casa.

      Se ci sono tante cose da fare, bene, significa che c’è da lavorare. Allora fai il tuo lavoro ogni giorno. Un mattone al giorno, sapendo che questo è l’unico modo di costruire che esiste.

      La kabbalah è un altra materia che vale la pensa di essere approfondita, anche se richiederà altro impegno. Forse è meglio fare una cosa alla volta.

      Ciao

Post a comment