Canale Telegram Blog per Studenti e Neofiti Blog per Trader (a breve) Inizia la prova gratuita di 30 giorni >> ForexTradingUniversity.org
Canale Telegram Blog per Studenti e Neofiti Blog per Trader (a breve) Inizia la prova gratuita di 30 giorni >> ForexTradingUniversity.org

Corso di trading: Come ottenere un asset finanziario (10/10)

Corso di trading asset finanziarioNel corso degli ultimi 10 webinar ho spiegato come funziona il business del trading e le competenze che sono necessarie per produrre un asset finanziario. In questo webinar mi dedico a spiegare come una gestione diventa un asset finanziario.

Per comprendere a pieno questo argomento è preferibile consultare il materiale precedentemente prodotto. Nella sezione del blog chiamata Corso di Trading, ho riportato tutti i video e gli articoli riguardanti questa serie.

Corso di trading: Piccoli dettagli dalla grande importanza

Corso di trading asset argomentiLa differenza fra un trader capace ed uno incapace sta nell’impegno e della passione profusa in modo costante. Non è una questione di talento. In ogni settore, per costruire qualcosa e restare competitivi è necessario lavorare per lungo tempo. Prima si acquisiscono le competenze e poi si lavora per migliorare.

I grandi imprenditori, di ogni settore, insegnano che l’attenzione verso i piccoli dettagli fa tutta la differenza. Si tratta di quei dettagli che la maggior parte delle persone trascura, magari perché è troppo impegnata a rincorrere dei profitti, che poi non arrivano mai.

Ho registrato tempo fa un video alla lavagna, con lo scopo di spiegare come una gestione, appena progettata, diventa una gestione matura, quindi un asset finanziario. Per usare un linguaggio semplice ho chiamato il video, dallo studio al profitto. Spiego tutti i piccoli dettagli, dalla grande importanza, che conosco e uso per migliorare una gestione. Sono sicuro che ne esistono molti altri, e continuo a studiare per trovare nuovi dettagli da ottimizzare.

In sintesi i dettagli sono i seguenti: So che i profitti non dipendono dal numero delle operazioni utilizzate in una gestione, ma dalla loro qualità. Quindi dalla nostra capacità di selezionare in modo adeguato le opportunità previste nel piano di trading. Mentre sicuramente il rischio dipende dal numero delle operazioni, quindi il primo obbiettivo è migliorare le capacità previsionali per lavorare con poche opportunità nel corso dell’anno. In questo si riduce il rischio complessivo della gestione, oltre a ridursi l’impegno in fase operativa.

Valutiamo la flessione massima di ogni gestione. Quindi quante spese è necessario accumulare prima di ottenere un profitto. Questo dato cambia per ogni piano e certamente anche in base al trader. Una gestione matura deve produrre, secondo come lavoro io e come lavoriamo nella community, spese limitate entro l’area del -6%, negli anni dove non vengono rilevate opportunità pienamente compatibili. Mentre quando vengono trovate opportunità, si deve rilevare un profitto superiore al +6%. Consideriamo infatti una spesa o un profitto entro questo ambito, come un bilancio in pareggio.

Ogni asset ha degli obbiettivi di profitto che ci impegniamo a rispettare, questo per non forzare mai i limiti di una gestione. Forzare questi limiti significa produrre spese e pertanto è necessario lavorare rispettando le capacità effettive dell’asset. Questi dati cambiano in base al piano ed in base alla persona, quindi ogni trader deve impegnarsi a conoscere i limiti dei propri asset.

L’ho spiegato nel webinar, ma è possibile approfondire questo tema consultato un articolo più specifico. In pratica spiego che attraverso un uso corretto del simulatore è possibile preparare un asset finanziario in poche settimane, per arrivare a mercato reale già pronto per generare profitti. Attraverso questo articolo che ti segnalo è possibile vedere i dati di una simulazione che ho svolto con gli studenti ADV2 della Community Forex Trading University. Questa simulazione si basa su uno storico di 5 anni ed è servita per mostrare il funzionamento di un asset maturo.

Corso di trading: Pianifichiamo di più per operare di meno

Svolgiamo un maggior lavoro di pianificazione, per operare di meno e meglio a mercato reale. In questo modo non è necessario lavorare fissi davanti al pc. E’ richiesta una “vigilanza” maggiore solo in determinati momenti nel corso dell’anno, per curare la gestione del rischio. La fase più delicata di tutta la gestione.

In questo modo i privati hanno accesso ad una metodologia molto simile a quella di un grande fondo d’investimento. Studiano per acquisire le competenze necessarie, pianificano le proprie strategie di trading, poi le ottimizzano in poche settimane e solo dopo arrivano ad operare a mercato reale con qualcosa di affidabile e poco rischioso. Poi a mercato reale, come ho già spiegato, il lavoro di ottimizzazione prosegue per migliorare sempre di più, però si parte già con qualcosa di funzionante.

Un tempo per preparare un asset finanziario affidabile era necessario lavorare 3-5 anni. Serviva esperienza e serviva uno storico da analizzare, per correggere le imperfezione della gestione. Mentre oggi grazie alle simulazioni e a tanti altri strumenti formidabili, gli asset vengono preparati in poche settimane. Inoltre gli strumenti per lavorare hanno un costo accessibile, pertanto i privati hanno la possibilità di creare gestioni di elevatissimo livello, senza dispendio di tempo e denaro, e senza un rischio elevato. Chiaramente è una possibilità adatta a chi è disposto ad impegnarsi.

5 Condivisioni
Autore

Mi occupo di trading di lungo termine (trend following) e attraverso questo blog condivido materiale utile per gli studenti della community Forex Trading University / Over Traders. Spiego il business del trading, concepito per sfruttare ampie variazioni di mercato e poi condivido tecniche, metodi e strategie di trading per consentire a tutti gli avventori di avvicinarsi alla nostra community. Attualmente la community conta circa 800 membri fra studenti e trader.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.