Corso di trading gratuito

Corso di trading per chi parte da zero, terza parte

(grafici a barre e dinamiche di mercato)

Vediamo in questo articolo gli elementi necessari per la comprensione di un grafico a barre ed alcuni approfondimenti utili per lo studio delle dinamiche di mercato ripetitive.

Partiamo dal presupposto che per fare profitto abbiamo bisogno di variazioni di mercato sufficientemente ampie. Pertanto è necessario anticipare il mercato un certo numero di volte per realizzare un profitto. Però non è necessario anticiparlo con esattezza ogni volta, è sufficiente trovare dei contesti che sono in grado di produrre una reazione nota, un certo numero di volte.

Per questo nel primo articolo di questa serie, ho segnalato gli insegnamenti di Van Tharp, che spiega che i trader di maggior successo non puntano sulle loro capacità previsionali, ma piuttosto sulle loro capacità gestionali. Ogni volta che il mercato delude le aspettative, ci impegniamo per garantire spese di piccola entità. Quando invece riusciamo ad anticipare con successo il mercato, ci dedichiamo per massimizzarne il risultato.

Attraverso i grafici a barre è possibile studiare i comportamenti del mercato, a più livelli. A questo proposito segnalo la registrazione di un webinar svolto diversi anni fa, ma sempre attuale, dove spiego il “codice delle barre di prezzo“. In pratica durante il webinar, organizzato all’epoca con Swissquote, ho spiegato il comportamento di base, delle singole barre di prezzo. Più avanti vedremo come interpretare comportamenti più complessi studiando gli schemi di prezzo, quindi insiemi di barre che formano veri e propri comportamenti, identificabili e ripetitivi. Successivamente sempre con la collaborazione di Swissquote organizzai un webinar per spiegare la “struttura delle tendenze“.  Anche questo webinar risale a diversi anni fa, ma gli argomenti restano assolutamente validi.

Di seguito elenco i passi successivi che mi sento di consigliare, per iniziare lo studio dei grafici a barre. Una formazione necessaria per comprendere il funzionamento del mercato e per imparare a leggerne i dettagli più importanti:

Questa base serve come punto di partenza per la comprensione delle dinamiche di mercato più elementari. Cioè come si comportano le singole barre di trend e strutture di trend più complesse. Come interpretare le singole barre di prezzo, per saper riconoscere la presenza di liquidità a supporto, per anticipare lo sviluppo di una nuova tendenza. Giusto per citare gli argomenti principali. A questo proposito segnalo un ulteriore approfondimento realizzato durante le sessioni di coaching gratuito, “come interpretare un grafico a barre per capire la direzione della liquidità“.

Nel prossimo articolo tratteremo nello specifico gli schemi di prezzo e le dinamiche di mercato ripetitive, che è possibile sfruttare per definire piani di trading molto specifici.

Stefano Mastria

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.