Calendario economico forex

Euro, Calendario Economico del 9 gennaio 2018: focus su bilancia tedesca

La giornata del 9 gennaio 2018 si preannuncia piuttosto fiacca. Il calendario economico segnala, infatti, la pubblicazione del saldo della bilancia commerciale tedesca, che impatterà sull’euro, e poco altro. Ecco, come di consueto, una panoramica degli appuntamenti in programma e le stime degli analisti.

Ore 01.30. Approvazione di progetti edilizi in Australia. Australian Building Approval. Il dato indica la variazione nel numero di concessioni edilizie nel periodo di riferimento. E’ un dato discretamente importante, visto l’impatto del settore immobiliare sull’economia reale. Una variazione migliore del previsto genera una spinta rialzista sulla valuta di riferimento. Una variazione peggiore del previsto o addirittura negativa genera una spinta ribassista. Cattive notizie per l’Australia: è previsto un calo dell’1,3% a dicembre (a novembre era stato rilevato un +0,9%)..

Ore 07.45. Tasso di disoccupazione in Svizzera. Swiss Unemployment Rate. Il tasso di disoccupazione è il parametro che, convenzionalmente, meglio degli altri offre una panoramica sul mercato del lavoro. Se è in diminuzione, l’impatto sulla valuta è positivo. Se è in crescita, l’impatto è negativo. La Svizzera dovrebbe confermare il felice stato occupazionale. Secondo gli analisti, il tasso relativo a dicembre si attesterà sul 3,1%, proprio come quello di novembre.

Ore 08.00. Produzione industriale tedesca. German Industrial Production. La produzione industriale offre una panoramica della forza dell’industria di un paese. Nello specifico, il dato riporta la variazione in termini percentuale del valore dei beni prodotti nel periodo di riferimento. Se la variazione è migliore del previsto, la valuta (in questo caso l’euro) ne trae una spinta rialzista. Altrimenti, ne trae una spinta ribassista. La produzione industriale tedesca è un market mover per l’euro in quanto la Germania è l’economia più importante del continente. Il dato relativo a novembre dovrebbe consegnare un ottimo +1,9% (a ottobre si era verificata una pesante flessione: -1,4%).

Ore 08.00. Saldo della bilancia commerciale tedesca. German Trade Balance. Il saldo della bilancia commerciale è un dato di estrema importanza per il mercato valutario poiché la differenza tra export e import produce modificazioni notevoli sulla quantità di valuta in circolazione. La Germania dovrebbe confermare la sua vocazione esportatrice: il saldo a novembre dovrebbe essere positivo per 20,9 miliardi (a ottobre era positivo per 19,9 miliardi).

Ore 11.00. Tasso di disoccupazione nell’Area Euro. Euro Zona Unemployment Rate. La disoccupazione dovrebbe scendere (dato di novembre) all’8,7% (dato precedente: 8,8%).