Euro, Calendario Economico dell’11 ottobre 2019: focus su inflazione tedesca

La giornata dell’11 ottobre 2019 si preannuncia poco movimentata. Il calendario economico, infatti, segnala pochi eventi in grado di impattare sul mercato. Tra questi, la pubblicazione dell’inflazione tedesca, che eserciterà una influenza sull’euro. Ad ogni modo, ecco la lista degli appuntamenti più importanti e le stime degli analisti.

Ore 08.00. Indice dei prezzi al consumo della Germania. German CPI. L’inflazione è un market mover fondamentale, il secondo in importanza dopo le decisioni di politica monetaria (anche perché le influenza direttamente). Quando l’inflazione si avvicina al target del 2%, la valuta, in questo caso l’euro, trae una spinta rialzista. Se si allontana, la spinta è ribassista. La Germania sta vivendo un periodo difficile dal punto di vista economico, e il dato sull’inflazione dovrebbe dimostrarlo. Gli analisti prevedono per settembre una inflazione al -0,2%, proprio come il mese precedente.

Ore 14.30. Tasso di disoccupazione del Canada. Canada Unemployment Rate. Il tasso di disoccupazione è il parametro più importante tra quelli del mercato del lavoro. Quando il tasso aumenta, la valuta trae una spinta ribassista, quando il tasso diminuisce la spinta è ribassista. Il Canada, nonostante le difficoltà economico, dovrebbe confermare un tasso di disoccupazione al 5,7%.

Ore 16.00. Indice di fiducia del Michigan. Michigan. UoM Consumer Sentiment. L’indice è locale ma, visto l’importanza del distretto del Michigan, ha un valore predittivo a livello nazionale. Ad ogni modo, è il frutto di un sondaggio su un paniere di consumatori. Il valore che funge da spartiacque tra ottimismo e pessimismo è il 100. Valori superiori alle aspettative generano una spinta rialzista sulla valuta; valori deludenti generano una spinta ribassista. Secondo gli analisti, l’indice dovrebbe posizionarsi sul 90,0 (dato precedente 90,2).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.