Libri di trading Van Tharp

Financial freedom through electronic day trading di Van Tharp

Ho scritto ieri un articolo per spiegare una parte interessante di questo libro. Ho aggiunto come sempre anche delle note personali. In questo articolo invece segnalerò una serie di parti del libro, che secondo me richiedono più attenzione di altre. Il libro è in inglese e non mi risulta che ne esistano versioni in italiano.

Tratta principalmente l’approccio al business, quindi quindi gli smanettoni non ci troveranno niente di interessante. Mentre i trader troveranno una fonte interessante di informazioni per approcciarsi al business del trading in modo nuovo e più costruttivo.

Personalmente ho trovato sempre molto utili i consigli di Van Tharp e grazie a questi ho potuto migliorare il mio approccio, riducendo lo stress e i tempi dedicati al trading, migliorandone i risultati finali. Si da sempre troppa importanza alla strategia di trading e poca importanza all’approccio mentale senza rendersi conto che l’approccio è parte integrante della strategia. Inoltre non è una parte minore, ma piuttosto gioca un ruolo primario.

Van Tharp spiega in sintesi che la preparazione gioca un ruolo primario. E con preparazione non si riferisce solo alla preparazione tecnica. Spiega inoltre come sia importante specializzarsi su azioni specifiche o per quanto riguarda il forex, su coppie specifiche. Questo perché è necessaria un esperienza mirata per operare con successo.

Spiega che è molto importante definire un set di credenze in grado di portare avanti il trading in modo continuato, perché solo operando in modo continuato è possibile consolidare il proprio successo in questo settore. Molto importante è anche la definizione di un obbiettivo. Il proprio trading dovrebbe partire con l’idea di sviluppare un progetto di trading, con un obbiettivo di profitto preciso. Per esempio: dispongo di un capitale pari a 25.000 (tanto per fare un esempio) e desidero a fine progetto un profitto pari a 1.000.000 euro. Cosa mi serve per conseguire questo obbiettivo? E’ un obbiettivo realistico?

Tutto si può fare in teoria, ma poi è la realtà che comanda. Spiega quindi che partire con un obbiettivo realistico deve essere una prima condizione necessaria per operare con successo. Partire con l’unico scopo di “fare soldi” non porta da nessuna parte. E’ necessario stabilire un obbiettivo preciso e definire nei minimi dettagli il proprio piano di trading, per il conseguimento dell’obbiettivo.

Un altra cosa importantissima che spiega e che per fare soldi sul mercato (giusto per usare un suo termine) non sono necessarie eccezionali capacità premonitorie, ma è necessario affinare le proprie capacità gestionali. Non è necessario inseguire la perfezione, ma è certamente più costruttivo definire una gestione efficace in grado di tagliare le spese e massimizzare i profitti.

Spiega ancora che è necessario puntare a profitti superiori al rischio esposto. Se il rischio vale 1, i nostri profitti dovranno essere 3, 4, 10 volte maggiori e così via. Non per una questione di avidità, ma per una pura questione tecnica. I profitti vanno massimizzati per pagare le spese ed avere un profitto netto, come per ogni business su questa terra.

Molti altri consigli sono contenuti nel libro e per chi ha già maturato un pò di esperienza, risulterà un ottimo punto di riferimento per lo studio di miglioramenti per il proprio business. Non lo consiglierei a chi parte da zero. Sono insegnamenti sottili e raffinati che in linea generale pochi sono in grado di apprezzare, meglio arrivarci preparati.

About the author

Stefano Mastria

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Add Comment

Click here to post a comment