GBP, Calendario Economico del 10 giugno 2019: focus su PIL UK

La giornata del 10 giugno 2019 si preannuncia poco movimentata. Il calendario economico segnala pochi eventi in grado di impattare sul mercato. Il riferimento, in particolare, è alla pubblicazione del dato sul PIL britannico, che certamente incidere sul GBP (sterlina inglese). Ad ogni modo, ecco una lista degli appuntamenti più importanti e le stime degli analisti.

Ore 01.50. Prodotto Interno Lordo del Giappone. Japan GDP. Il PIL è il market mover più importante tra quelli che riguardano l’economia reale, in quanto capace di sintetizzare meglio degli altri lo stato di salute economica di un paese. Quando la variazione del PIL supera le attese, la valuta trae una spinta positiva. Quando invece la variazione delude, o addirittura si rivela negativa, la spinta è ribassista. Il PIL giapponese sembra aver preso un nuovo slancio. In relazione al primo trimestre, gli analisti stimano un buon 0,5% (valore identico alla rilevazione precedente).

Ore 04.00. Saldo della bilancia commerciale cinese. China Trade Balance. Il saldo della bilancia commerciale è un market mover più importante di quanto si possa pensare. Infatti, impatta in maniera diretta sulla massa monetaria e quindi anche sui rapporti tra le valute. Quando il saldo migliore, la valuta trae una spinta rialzista. Quando il saldo peggiora, la spinta è ribassista. La Cina ci ha abituato a saldi molti alti e in crescita. In questo senso, il saldo di maggio non dovrebbe deludere: gli analisti stimano un surplus da 20,50 miliardi a maggio (dato precedente: 13,83 miliardi).

Ore 10.30. Prodotto Interno Lordo del Regno Unito. UK GDP. Il Regno Unito sta attraversando un periodo molto incerto dal punto di vista economico (e non solo). Il ciclo economico al limite della recessione un po’ in tutta Europa e il caos Brexit sta impattando in maniera significativa sull’economia britannica. A tal punto da far segnare un pessimo -0,1% di “crescita” nel mese di marzo. In merito ad aprile gli analisti non si sono espressi in modo concorde, ma si teme l’ennesimo dato negativo.

Ore 10.30. Produzione manifatturiera del Regno Unito. UK Manufactoring Production. Questo market mover riporta la variazione del valore dei beni prodotti dalle aziende impegnate nel manifatturiero. Se la variazione è superiore alle attese la valuta, in questo caso il GBP sterlina inglese, trae una spinta rialzista. In caso contrario, o se addirittura la spinta è ribassista, la spinta è ribassista. In linea con il periodi di incertezza del Regno Unito, la produzione manifatturiera ad aprile dovrebbe far segnare un pessimo -1,1% (dato precedente: 0,9%).

Ore 16.00. Nuovi Lavori Jolts in America. JOLTS Openings. Questo dato segnala il numero di posizione lavorative aperte negli Stati Uniti. Ovviamente, maggiore è il numero migliore è l’impatto del dato sulla valuta. Secondo gli analisti, ad aprile erano aperte ben 7,240 milioni di posizioni lavorative. Questo valore è comunque inferiore a quello della rilevazione precedente (7,488 milioni).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.