Calendario economico forex

GBP, Calendario Economico dell’8 novembre 2018: focus su Bank of England

La giornata dell’8 novembre 2018 si preannuncia discretamente movimentata, soprattutto per il GBP (sterlina). Il calendario economico, infatti, segnala la decisione sui tassi di interesse della Bank of England. Ad ogni modo, ecco, come di consueto, una panoramica degli eventi in programma e le stime degli analisti.

Da fissare. Saldo della bilancia commerciale della Cina. China Trade Balance. La bilancia commerciale è un dato importantissimo, in quanto impatta in maniera diretta sulla massa monetaria, e quindi sulle quotazioni delle valute. Nel lungo periodo, una bilancia sempre più positiva causa un apprezzamento della valuta, una bilancia sempre più negativa causa un deprezzamento. Il dato della Cina è importante in quanto paese a fortissima trazione esportatrice. Una tendenza che dovrebbe risultare leggermente smorzata. Nel 2017, infatti, la Cina dovrebbe aver prodotto un surplus di 54,10 miliardi (nel 2016 ha prodotto 54,69 miliardi).

Ore 08.00. Saldo della bilancia commerciale tedesca. German Trade Balance. Discorso simile per la Germania. Anche Berlino, infatti, si caratterizza per surplus tendenzialmente alti, anche se ciò collide con alcune regole europee ed è oggetto di aspre polemiche con gli altri paesi membri dell’Unione Europea. Anche in questo caso si segnala un calo del surplus: da 22,3 miliardi a 20,4 miliardi.

Ore 13.00. Decisione sui tassi di interesse della Bank of England. BoE Rate Statement. Il dato è di fondamentale importanza in quanto la manipolazione dei tassi di interesse incide nettamente sulla massa monetaria e quindi sui rapporti tra le valute. Tassi in salita causano un apprezzamento della valuta (in questo caso il GBP), tassi in discesa causano un deprezzamento. La Bank of England ha aumentato i tassi di recente, quindi gli analisti tendono a escludere un nuovo ritocco al rialzo. I tassi dovrebbero rimanere fermi allo 0,50. Anche perché sia l’inflazione (in rallentamento) che i parametrici economici stanno dando dei segnali positivi.

Ore 14.30. Richieste iniziale dei sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti. US Unemployment Claims. Il dato è importante perché offre una panoramica del mondo del lavoro. Nello specifico, segnala in termini assoluti le richieste di disoccupazione avanzate nella settimana di riferimento. Ovviamente, se le richieste aumentano, la valuta trae una spinta ribassista. Se diminuiscono, la spinta è rialzista. Per questa settimana, sono previste 236mila richieste, 6mila in più rispetto alla settimana precedente.