Riflessioni Webinars Fx University

La storia si ripete, studia il passato per conoscere il futuro

Vale per il mondo reale quanto per il trading. La storia si ripete di continuo, il problema è riuscire a guardare tutto il contesto, da una prospettiva sufficientemente ampia.

Nel trading sono identificabili schemi di prezzo che identificano specifici comportamenti. Tali comportamenti tendono a produrre delle reazioni prevedibili. Alcuni schemi si configurano in modo più semplice, mentre altri tendono ad essere più complessi.

Tra gli schemi più semplici ed efficaci abbiamo i Ross Hook, le congestioni (nelle sue varie forme), i gruppi di inside, i cluster, etc. Mentre schemi più complessi possono essere rilevati attraverso lo studio delle Onde di Elliott e attraverso la Teoria di Andrews. Esistono molti altri approcci, ma io mi trovo bene con questi.

Poi è possibile rilevare, sopratutto con i tassi di cambio, una ripetizione ciclica delle tendenze attorno ai massimi e minimi storici. Per rendersi conto di questa ripetizione è necessario guardare il mercato dalla giusta prospettiva. Per questo utilizzo il time frame annuale.

Vediamo in questo esempio UsdJpy. Il tasso di cambio è passato negli ultimi 20 anni tra 122 e 100 e viceversa molte volte. Questo accade perché le economie dei paesi tendono a stabilizzarsi entro determinati range a causa delle scelte delle banche centrali e a causa degli accordi tra i paesi.

Solo in presenza di nuove manovre e circostanze inedite si formano tendenze oltre tali range. Tuttavia in molti casi è stato possibile assistere ad un ritorno nei range storici. 

In questo esempio possiamo vedere l’Euro Dollaro con i suoi range annuali. Prima della messa in circolazione dell’euro e dopo. Quindi siamo in grado di studiare il comportamento di un evento inedito e la sua reazione, che ha portato a lavorare nell’area compresa tra 1.21 e 1.50 per oltre 10 anni.

Adesso per esempio il mercato si appresta a ritornare all’interno dell’area appena descritta configurando di fatto eventi già visti in passato.

Utilizzando le Onde di Elliott è possibile inoltre definire anche una scadenza approssimativa in termini di tempo, per lo sviluppo delle inversioni di tendenza tra i massimi e i minimi storici. Su questo argomento faremo un webinar affinché possa portare alcuni esempi concreti.

Infine vediamo GbpUsd. Ha lavorato nell’area compresa tra 1.50 e 1.92 per oltre 30 anni! Adesso a causa del Brexit il mercato è crollato oltre 1.50, come aveva già fatto nel 1984. Sono certo che adesso il mercato ripeterà lo stesso comportamento configurato all’epoca e poi tornerà all’interno del range storico di sempre.

Tutte queste informazioni sono utili per migliorare la qualità delle proprie scelte, per anticipare lo sviluppo di ampie tendenze. Tuttavia questo articolo non riassume la teoria, ma l’intento è quello di indicare una via costruttiva da seguire per saperne di più.

About the author

Stefano Mastria

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Add Comment

Click here to post a comment