Criptovalute

Le criptovalute costituiscono veramente un opportunità?

Partiamo dal presupposto che per realizzare un profitto con un rischio basso è necessario un mercato consolidato e dinamiche di mercato chiare e ripetitive. L’imprenditore non cerca il brivido o il colpo di fortuna, cerca semplicemente condizioni ottimali per lavorare. Allora le criptovalute che cosa offrono in più? Secondo me solo un rischio elevato.

Molte persone mi scrivono per chiedermi informazioni sulle criptovalute. Vogliono sapere il nome del broker migliore, come se questo potesse aiutarli a guadagnare. O il metodo migliore per realizzare un profitto. Inutile dire che a mio avviso, non è questa la strada da seguire.

I mercati consolidati offrono tutto il necessario per fare un buon lavoro. Presentano abitudini e condizioni chiare e ripetitive, sfruttabili per realizzare un profitto in modo sistematico. Il tutto inoltre si manifesta in contesti semplici e tali condizioni si prestano ad un trading poco rischioso. Allora che motivo ho di investire in un mercato sconosciuto, come quello delle criptovalute, dove il mercato si muove molto velocemente ed in modo assolutamente imprevedibile?

Il problema è la pubblicità. In questo momento le criptovalute sono una moda del momento e tutti gli vanno dietro, senza ragionare sui rischi e i sui possibili vantaggi.

Larry Williams è un trader di grande esperienza. Ogni volta che posso mi dedico a studiare i sui insegnamenti. Una delle cose che spiega, serve come insegnamento per mettere sul piatto della bilancia le criptovalute, per capire cosa offrono realmente, in questo momento. Larry Williams spiega che lui preferisce lavorare su contesti semplici, ripetitivi e poco rischiosi. Contesti che conosce bene su mercati consolidati ed evita i contesti rischiosi. Bene, io semplicemente seguo il suo consiglio.

Le criptovalute sono un mercato nuovo, molto rischioso e che ha bisogno di anni per consolidarsi. Non offrono vantaggi aggiuntivi, rispetto ai mercati consolidati. Per fare un buon lavoro le criptovalute non sono necessarie e sicuramente non sono adatte a chi si approccia per la prima volta al trading. Si tratta di un mercato nuovo, da studiare per valutare possibili opportunità future, ma in questo momento deve ancora maturare molto.

Ogni volta che c’è una moda è preferibile seguire la direzione opposta. Le mode del momento e i facili entusiasmi, non sono buoni per il business. Chiaramente si tratta solo della mia opinione, ma è fondata sul fatto che sui mercati consolidati, si lavora molto bene ed è possibile rendere il trading, un business a basso rischio. Mentre in un mercato nuovo ed imprevedibile, tutto diventa inutilmente più rischioso, e pertanto non riesco a percepirne i vantaggi.

Stefano Mastria

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Aggiungi un commento

Scrivi un commento