Metodi di trading verticali

I metodi verticali sono il ponte tra il mercato e le strategie di trading

Studiando il mercato del forex è possibile trovare numerosi comportamenti ripetitivi, sfruttabili per il business del trading. Tali comportamenti tuttavia non consentono un lavoro diretto e richiedono la definizione di strategie di trading specifiche. Inizialmente mi capitava spesso di avere una certa confusione. Avevo tante tecniche e tanti spunti per operare, ma poi avevo difficoltà a mettere in pratica tutto quello che avevo studiato, per realizzare un profitto. Ragionando su questo problema approdai alla soluzione, attraverso la definizione dei metodi di trading verticali.

I metodi di trading verticali includono tecniche o contesti strategici, finalizzati ad un lavoro molto preciso. Si tratta dell’applicazione di singoli approcci, per un lavoro verticale, finalizzato ad anticipare lo sviluppo di tendenze. Mi spiego meglio.

La Teoria di Andrews, tanto per fare un esempio, include un vastissimo ventaglio di possibilità. Si tratta di tanti ottimi spunti per operare, ma che non possono essere impiegati tutti insieme. Inizialmente cercavo di inserire nella strategia di trading, quante più tecniche e possibile, commettendo un errore madornale. Affrontando tale problematica, sono poi giunto alla soluzione. Dovevo prendere singole parti e definire dei metodi di trading, come punto di partenza per la definizione di piani di trading.

In questo modo è diventato possibile misurare l’efficacia delle strategie di trading, in base ai singoli metodi. Questo lavoro ha consentito una selezione dei metodi migliori e anche una semplificazione dell’operatività finale.

Adesso lavoro in questo modo: Studio il mercato e le teorie collegate. Sulla base dei rilievi, definisco una serie di metodi di trading. Ogni metodo verticale include una singola tecnica o un singolo contesto strategico, in grado di anticipare lo sviluppo di una tendenza, fornendo dei punti di riferimento precisi e delle zone di acquisto o vendita, per iniziare l’operatività. Tale lavoro diventa il punto di partenza per la definizione di una strategia di trading.

Strategia di trading e gestione

Poi durante la definizione della strategia di trading, mi impegno a costruire una gestione efficace attorno al metodo di trading, in grado di garantire spese di piccola entità, ogni volta che il metodo fallisce, e profitti elevati, ogni volta che il metodo va a buon fine, anticipando con successo lo sviluppo di una tendenza.

Lavorando in questo modo ho potuto mettere da parte una serie di metodi più complessi e meno efficaci, poiché dividendo il lavoro è diventato possibile misurare l’efficacia di ogni singolo metodo. Sicuramente il lavoro di pianificazione è aumentato, ma è migliorato nettamente il lavoro pratico, per il trading di tutti i giorni.

2 metodi verticali utili per definire strategie di trading

In settimana ho pubblicato la sintesi di due metodi di trading, basati sulla Teoria di Alan Andrews. Questa teoria fornisce un numero notevole di possibilità per anticipare lo sviluppo delle tendenze ed è possibile riscontrarne l’efficacia tutti i giorni. E’ meraviglioso, tuttavia il passaggio tra la teoria e l’applicazione pratica, non è una cosa scontata o semplice. Per sfruttare le potenzialità della teoria ho definito una serie di metodi di trading, basati sulla teoria, per fare da ponte verso la realizzazione di strategie di trading specifiche.

Sono due metodi basati sulle Forca di Andrews. Il primo metodo prevede l’utilizzo della forca per anticipare un inversione di tendenza, in presenza di prese di profitto ridotte. Quindi si tratta di un applicazione molto precisa della forca. Mentre il secondo metodo prevede un metodo collegato al primo, per sfruttare il ritorno verso la linea mediana, quando il primo metodo va a buon fine. Si tratta quindi di un utilizzo combinato di due metodi.

La Forca di Andrews può essere utilizzata in tantissimi modi. Tuttavia definendo singoli metodi di trading verticali, basati sulla forca, diventa possibile definire strategie di trading con delle gestioni “sartoriali” per le dinamiche di mercato, che tendono a svilupparsi attorno ai singoli contesti. Questo approccio consente un lavoro chiaro e organizzato, che porta verso la realizzazione dei risultati, che ognuno di noi cerca.

Pubblicherò nella sezione dedicata del blog, altre sintesi di metodi di trading verticali, basati sull’analisi tecnica, sulla Teoria di Andrews e sulla Teoria di Elliott, che sono la base del mio lavoro.

Stefano Mastria

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Aggiungi un commento

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.