Se migliora il livello qualitativo della gestione migliorano i profitti

Una strategia di trading produce profitti grazie alla sua applicazione continuata a sistematica. E’ necessario farsi spazio fra spese e problematiche, e apportare di anno in anno le ottimizzazioni necessarie per avere una gestione matura. Quando la gestione è matura diventa un asset finanziario.

Per ottenere una gestione matura lavoriamo seguendo una procedura ben precisa, consulta questo articolo per approfondire “La strada da percorrere per diventare un trader profittevole“. Tale procedura in sintesi punta a migliorare il livello qualitativo della gestione, riducendo il numero di opportunità di trading. Inoltre prevede un lavoro sistematico di ottimizzazione per ridurre l’impegno per la messa in opera della gestione e per ridurre complessivamente il rischio.

Il rischio di una gestione dipende prima di tutto dal numero di opportunità

Ogni volta che entriamo a mercato esponiamo un rischio. Per fare un buon lavoro è necessario esporre il rischio il meno possibile, per ottenere il risultato. Pertanto se il piano di trading prevede tante opportunità, deve essere ottimizzata la parte previsionale, affinché consenta una selezione più accurata delle condizioni di mercato. Questo è il primo passo da compiere per migliorare una gestione. Solitamente si interviene per migliorare la qualità delle opportunità durante la fase di progettazione, prima di arrivare a mercato reale.

Non siamo pagati in base al numero delle opportunità, ma piuttosto in base al livello qualitativo della gestione che siamo in grado di produrre. Quindi si lavora per migliorare le opportunità, affinché sia possibile anticipare lo sviluppo di ampie variazioni di mercato.

Poche opportunità di elevata qualità

Quando si lavora per anticipare opportunità in grado di produrre ampie variazioni di mercato, non sono necessarie tante opportunità in favorevoli per generare un profitto netto elevato. In questo modo la strategia per funzionare adeguatamente non necessiterà di eccezionali capacità previsionali, piuttosto sarà sufficiente filtrare le opportunità migliori per intercettare anche solo 2 volte su 10 una reazione pienamente favorevole, in grado di produrre un profitto di medio e lungo termine. Questo è sufficiente per generare un profitto in grado di coprire le spese e generare una differenza netta in bilancio.

Perché non conviene lavorare con tante opportunità

Come già spiegato non siamo pagati in base al numero di opportunità di trading potenziali, ma piuttosto in base alle variazioni di mercato, che queste opportunità, sono in grado di produrre realmente. Inoltre ogni volta che trasmettiamo un ordine al broker esponiamo un rischio e questo può tradursi in spesa o in un potenziale da sfruttare. Tale potenziale deve poi maturare affinché sia possibile ottenere un profitto. Sai perché deve maturare? Perché i profitti per crescere hanno bisogno di giorni, talvolta settimane e riusciamo a tradurre un potenziale, in profitto, solo grazie ad una corretta gestione.

Non conviene lavorare con tante opportunità di trading di bassa qualità, poiché questo si traduce sistematicamente in tante spese e profitti limitati. L’ampiezza dei profitti dipende dal livello qualitativo delle opportunità, pertanto se la qualità è bassa lo saranno anche i profitti. Inoltre tanti setup generano inutilmente tante spese. Questo approccio è da evitare, anche se spesso il trading di breve termine con tante opportunità, pare sia l’approccio più diffuso su internet. Sai perché è così? Perché i broker guadagnano in base al numero di ordini trasmessi, più sono, più sono felici. Non guadagnano se il cliente guadagna, guadagnano sempre, purché vengano trasmessi ordini.

Internet è piena di video e siti costruiti unicamente con lo scopo di far trasmettere ordini. Reclutano ingenui sognatori e li invitano a macellare i propri risparmi. Evita il trading di breve termine, se finalizzato solo verso questo obbiettivo e sopratutto tutti i piani di trading che prevedono l’uso di tanti ordini. Chi è interessato al trading di breve termine può leggere questo articolo, scritto un pò di tempo fa, dove spiego una via costruttiva.25

Nel video fornisco dei consigli su questo argomento

Autore

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.