Opzioni Binarie

Opzioni binarie, arriva lo STOP dell’ESMA

Ho sempre duramente criticato le opzioni binarie e per questo mi sono preso insulti e minacce nel corso degli ultimi anni. Finalmente è arrivato lo stop dall’ESMA (L’autorità europea degli strumenti finanziari). Lo apprendo da questo articolo su SoldiOnline.it e su IlSole24Ore e mi fa molto piacere.

Nella sezione opzioni binarie del blog ho racconto negli anni diversi articoli e moltissimi commenti da parte di persone truffate questo pessimo strumento. Il presidente dell’ente ha commentato: “Per quanto riguarda le opzioni binarie, il divieto che l’ESMA rende pubblico che è necessario per tutelare gli investitori, alla luce delle peculiarità di questi prodotti”.

Le caratteristiche sfavorevoli delle opzioni binarie

Le opzioni binarie hanno un rischio rendimento sfavorevole. Significa che si investe 100 e nella migliore delle ipotesi si guadagna 70. Significa che non c’è spazio per pagare le spese e ottenere un profitto netto. E’ una presa in giro.

Con il gioco d’azzardo se punti 100 puoi guadagnare, con la roulette, tanto per fare un esempio, anche 20 volte la posta. Con il trading è lo stesso, posso rischiare 100 e guadagnare molte volte il rischio, non esiste un limite prestabilito. Con le opzioni binarie invece c’è un limite prestabilito e pertanto non è possibile guadagnare neanche con un colpo di fortuna. Pertanto le opzioni binarie non sono trading e non sono gioco d’azzardo, è un ibrido concepito solo per macellare i soldi degli sfortunati avventori.

Inoltre le opzioni binarie lavorano solo su time frame intraday, molto molto ridotti. Sai cosa significa? Che un broker in paese sperduto e con un mercato non regolamentato come il forex, può a suo piacimento modificare i grafici, anche all’ultimo secondo.

Pertanto i profitti sono limitati a monte ed inoltre il broker ha tutto il potere di fare quello che vuole. E’ una follia assurda. Per anni mi sono scontrato violentemente con soggetti che criticavano duramente i miei articoli e i post su facebook, tanto che ho dovuto bannare decine e decine di persone, a causa degli insulti.

Finalmente è ufficiale. Le opzioni binarie sono da evitare.

Cito testualmente cosa scrive Fabio Pioli dell’Associazione Italiana Traders e Piccoli Risparmiatori su SoldiOnLine:

“E le peculiarità sfavorevoli, infatti, sono innumerevoli. Dal rendimento negativo atteso strutturale ai conflitti d’interesse tra fornitori e clienti, dalla disparità tra rendimento atteso e rischio di perdita a questioni riguardanti la commercializzazione e la distribuzione. Insomma, chi faceva trading con le opzioni binarie andava incontro a grossi rischi dal momento che le stesse rappresentavano una bella e buona scommessa, che faceva si che una persona potesse perdere molto più di quello che si aspettava di guadagnare”

Leggi tutto: https://www.soldionline.it/notizie/azioni-italia/opzioni-binarie-divieto-esma?cp=1

Le motivazioni dell’ESMA che hanno portato all’abolizione delle opzioni binarie

L’esma evidenzia il conflitto d’interessi tra fornitore e cliente, proprio a causa del potere che può esercitare il broker in un mercato non regolamentato. Questo gli consente infatti di modificare potenzialmente le sorti del trade, in base ai propri interessi.

Le altre motivazioni riguardano il rischio rendimento sfavorevole e aggiunge inoltre che le modalità di commercializzazione sono troppo aggressive e poco trasparenti. Per anni è stata utilizzata infatti una strategia mirata a nascondere i gravi svantaggi di questo strumento, in favore di guadagni troppo facili e poco realistici.

Un operatore retail non è in grado di percepire lo svantaggio e cade vittima facilmente. Spesso ho avuto modo di rilevare che proprio le fasce più deboli della popolazione cadono vittima di queste truffe. Bisognava fare qualcosa e fortunatamente qualcuno si è attivato.

Stefano Mastria

Sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading e attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Aggiungi un commento

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.