Opzioni Binarie

Opzioni binarie e perché le sconsiglio vivamente

Opzioni binarie, perché le sconsiglio vivamente e perché secondo me non possono essere usate per fare business. Sembrano concepite per far perdere soldi, non per farne guadagnare. Durante questa sessione ho esposto il mio pensiero a riguardo.

Ho spiegato i problemi principali delle opzioni binarie, il rischio rendimento, il fatto che il controllo è dato completamente al broker ed il fatto che sono facilmente manipolabili.

Il rischio rendimento delle è sfavorevole, è meno di un rapporto 1/1, significa che non c’è il margine per pagare le spese di un operatività completa. Il controllo è affidato completamente al broker, non si può incassare un profitto quando si ha, si è costretti ad aspettare la scadenza di un tempo prestabilito. Inoltre poiché il mercato del forex è impreciso, operare su time frame così ridotti espone ad un grande rischio manipolativo.

In buona sostanza il broker truffaldino ha il potere di manipolare i prezzi fino all’ultimo momento. La scadenza per guadagnare la decidono loro. Inoltre nella migliore delle ipotesi il cliente non guadagnerà mai più delle posizioni in perdita. E’ veramente uno strumento diabolico per spennare gli ingenui in cerca di soldi facili.

Una delle caratteristiche più importanti del trading e che è possibile guadagnare parecchio di più del proprio rischio e quando si ha un profitto, lo si può afferrare in ogni momento. E’ il trader a decidere cosa fare, non il broker.

Pertanto se vi siete interessati alle opzioni binarie, fermatevi un momento a riflettere. Guardate prima questo video e poi il video su come i broker truffaldini operano.

Non fidatevi dei miei consigli, ma ragionate usando questi elementi come guida.

About the author

Stefano Mastria

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

2 Comments

Click here to post a comment