Approccio al trading

Come reagire alle perdite

E’ inevitabile subire delle perdite nel trading. Non esiste metodo di trading in grado di guadagnare senza una gestione delle spese (o perdite). La chiave pertanto non è trovare la strategia di trading infallibile, ma costruire una gestione infallibile, in grado di garantire spese basse alla propria attività, in ogni condizione di mercato.

Molti dedicano troppa attenzione ai risultati (profitti) e poca attenzione a quello che serve per generare i risultati. Il trader profittevole ha maturato una forte capacità nella gestione delle spese. Tutti i giorni abbiamo a che fare con le spese, mentre non tutti i giorni abbiamo a che fare con i profitti.

Un metodo di trading efficace deve prevedere una gestione in grado di garantire spese basse e mantenere il bilancio in positivo anche con sole 2 operazioni profittevoli su 10. Questo diventa possibile solo se il trader diventa molto capace nella gestione delle spese.

La gestione delle spese deve essere in grado di garantire spese basse in ogni condizione di mercato. Pertanto ogni volta che il mercato non produce una tendenza, la gestione delle spese deve essere in grado di tagliare prontamente le spese. Mentre invece quando si configura una tendenza, è necessario dare tempo e spazio al mercato per produrre i profitti.

Un altro problema riguarda il tempo. Le spese arrivano velocemente, mentre i profitti hanno bisogno di tempo per svilupparsi. Per dare la possibilità al mercato di produrre ampi profitti, è necessario prevedere una gestione, in grado di ridurre gradualmente il rischio, dando spazio e tempo sufficiente al mercato per muoversi.

E.H.Harriman era un importante trader che operava nel settore ferroviario. Guadagno nel 1905 oltre 15.000.000 di dollari con una sola operazione. Una volta venne intervistato e disse più o meno con queste parole: “….il segreto per guadagnare è tagliare le perdite, ogni volta che il mercato non va dalla mia parte. Quando invece il mercato produce una tendenza, sposto gli stop, lasciando spazio sufficiente al mercato per andare ancora più avanti….dando anche tutto il tempo necessario“. Nel libro di Larry Williams “I segreti del trading di breve termine” è possibile trovare la citazione esatta.

Pertanto reagire negativamente ad una giornata negativa o ad un mese negativo è segno di poca preparazione. Il novizio si comporta così, i trader veri sanno benissimo che è normale. Tutto normale finché il trader sa che la propria gestione delle spese sta continuando a fare il proprio lavoro, in modo puntuale. Il trader vero sa che i profitti arriveranno sempre, quindi ha fiducia in quello che fa, ma saranno tali, solo se prima verrà applicata una gestione puntuale.

Non si guadagna solo quando si vedono i profitti. Si guadagna anche quando si mantengono basse le spese poiché questo ci fornirà un margine di profitto maggiore, appena si svilupperanno nuove ed ampie tendenze. Chiaramente si parte dal presupposto che per fare profitto sono necessarie ampie tendenze, più ampie almeno del rischio esposto. Si tratta di una condizione elementare.

La sicurezza del trader si basa su fondamenta solide. Fondamenta costruite nel tempo attraverso la propria preparazione e attraverso il lavoro di costruzione e poi ottimizzazione dei propri piani. Questa è la strada che utilizza il trader per gestire le spese con fiducia, in attesa di ampi profitti. Conosce il mercato e conosce come funziona il proprio trading.

About the author

Stefano Mastria

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

Add Comment

Click here to post a comment