Regole naturali del mercato Studio delle tendenze

Dove trovo la liquidità a supporto per lo sviluppo di una tendenza?

04.01.2016-18.58[1]Partiamo sempre dal presupposto che per fare profitto abbiamo bisogno di una variazione di mercato. Allora sarà opportuno concentrarci sui punti dove queste variazioni nascono. Quali sono questi punti?

Già in un altro post abbiamo affrontato l’argomento, adesso lo approfondiamo.

Esistono dei punti precisi dove è possibile trovare liquidità a supporto per supportare lo sviluppo di una tendenza. Sono i massimi e minimi, giornalieri, settimanali, mensili, trimestrali e poi annuali delle ultime barre più significative. Solitamente le barre più significative sono le barre di trend.

Quindi partiamo sempre dal time frame giornaliero, anche se facciamo intraday, per capire se il mercato oggi ha intenzione di sviluppare una tendenza. Allora se la tendenza primaria è rialzista, valuteremo opportunità rialziste, pertanto osserveremo il massimo giornaliero di ieri. Oltre tale punto gli istituzionali sposteranno il prezzo per trovare liquidità a supporto, se la troveranno il prezzo produrrà subito una nuova tendenza, se invece non ne troveranno si svilupperà un collasso. Quindi un fallimento nel superamento del massimo.

Poichè non possiamo sapere cosa farà il mercato oltre il massimo giornaliero è necessario stabilire delle regole per non consentire al prezzo di tornare indietro oltre un certo punto. Leggi il post su E.H. Harrimann, il quale diceva di non consentire mai al prezzo di tornare indietro più di un certo punto, ma se il prezzo va dalla nostra parte, dobbiamo lasciarlo andare e spostare gli stop.

Quindi sappiamo dove si potranno sviluppare le tendenze, ma non possiamo sapere fino in fondo cosa farà effettivamente il mercato. Pertanto stabiliremo delle regole per limitare le spese quando il mercato ci viene contro. Chiaramente se il mercato chiuderà oltre il massimo, dovremo poi affrontare una gestione dei profitti.

Lo stesso discorso vale per un gruppo di barre, anzi il contesto è ancora più interessante. Ne parleremo in un post specifico.

Bada bene però che non sto consigliando di comprare domani mattina i massimi o i minimi, sto spiegando dove è preferibile valutare le opportunità, affinché sviluppino una tendenza. Quindi prendi le opportunità del tuo piano di trading e cercale attorno a questi punti.

About the author

Stefano Mastria

Il mio nome è Stefano Mastria e sono un imprenditore. Mi occupo principalmente di trading sul forex. Attraverso questo blog condivido i miei studi, le mie tecniche e le mie riflessioni sul business del trading. Lavoro principalmente usando una metodologia, che io chiamo Analisi Strategica, che include componenti di analisi tecnica, teoria di Andrews e teoria di Elliott. Nel 1999 ho iniziato a studiare il business del trading e ad appassionarmi alla materia. Poi nel 2009 ho avviato il business vero e proprio, nel mercato dei cambi.

2 Comments

Click here to post a comment

  • Come si fa ad iniziare tecnicamente. Bisogna per forza affiancarsi ad un broker, ma lui non ti insegna il mestiere. Ti devi fidare di lui e pendi dalle sue labbra; ho bisogno di capire , agire ed essere autonomo. Quali consigli pratici mi dai.
    Ti saluto Giuseppe Matteu

    • Non ti devi mai fidare dei consigli del broker, non devi proprio consentirgli di darteli. Puoi fidarti solo della tua competenza in materia, pertanto un buon punto di partenza e studiare un buon libro. Per esempio Day Trading di Joe Ross. Non per partire in quarta, ma per iniziare la propria formazione.