Una domanda che ho ricevuto spesso in merito al trading online è questa: “I libri che consigli vanno bene per quale mercato?” – oppure: “I libri che consigli vanno bene anche per il trading sul forex?”. Chi si approccia al trading online per la prima volta non sa che la maggior parte dei libri parla di trading semplicemente. Significa che determinati argomenti sono comuni a ogni mercato, come per esempio lo studio dei grafici a barre o lo studio delle tendenze.

Per esempio c’è un libro bellissimo che ho consigliato pochi giorni fa durante una sessione settimanale Fx University. Si chiama “Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari” di John Murphy. Un punto di riferimento per chi vuole studiare il trading online. Il capitolo 12 del libro è interamente a cura di Gregory Morris e tratta in modo specifico la lettura delle barre di prezzo. Questo argomento è universalmente valido per ogni mercato, pertanto non è necessario cercare un libro specifico per la lettura dei grafici nel mercato del forex.

Esistono tuttavia delle differenze tra mercato e mercato. Per esempio il mercato del forex produce ampie oscillazioni e ampi collassi oltre i punti chiave, in particolare sulle coppie con lo Yen. Oppure sempre per fare un esempio, con i future è facile incontrare i gap, i salti tra un apertura e una chiusura di una barra. Questo per dire che determinate differenze ci sono, ma vanno poi studiate successivamente. Prima è preferibile studiare gli argomenti di base universalmente validi per tutti i mercati, poi è necessario conoscere nello specifico i mercati nel quale si intende operare.

Sempre nel libro, “Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari” di John Murphy, si trattano molti altri argomenti utili per tutti i mercati, come per esempio la Teoria di Dow e le Onde di Elliott, due materie indispensabili per ogni trader. Queste due teorie studiano le tendenze, la prima in una forma più grezza, mentre la seconda in una forma più specifica.

Un altro libro utile per studiare il trading online è Day Trading di Joe Ross. L’autore opera principalmente su future, ma tutti gli argomenti trattati sono poi validi anche per altri mercati. Un Ross Hook è tale in ogni mercato, come anche una congestione.

Un altro tassello importante per la propria formazione nel trading, riguarda l’approccio mentale. Esistono testi che trattano unicamente questo aspetto. Joe Ross ha scritto un libro che si chiama “Trading come Business” e spiega come approcciarsi al trading come con un business imprenditoriale. Ci sono poi i libri di Van Tharp. In italiano purtroppo si trova solo “Diventare Finanziariamente Indipendenti”.

Durante la mia formazione ho capito che i migliori libri di trading non spiegano come entrare a mercato, ma spiegano il corretto approccio al business. Che rapporto avere con le spese e avere una visione ben chiara di tutto il processo operativo. Quindi del processo che parte con la ricerca delle opportunità di trading e finisce con una spesa o un profitto. Un altra cosa importante che ho imparato e quella di non cercare un sistema già pronto da mettere in pratica, ma piuttosto costruire una propria strategia.

Molti neofiti infatti restano delusi dai libri, sopratutto da quelli migliori, perché pensano di trovare all’interno la formula da applicare. Come dicevo, i migliori libri di trading non spiegano come entrare a mercato, ma spiegano tecniche per interpretare il mercato, approcci al trading e idee per migliorare il business. Tutto materiale che va studiato, poi elaborato per produrre un proprio modo di lavorare.

Post a comment