Calendario economico forex

USD, Calendario del 2 febbraio 2018: focus su disoccupazione USA

La giornata del 2 febbraio 2018 si preannuncia molto movimentata per l’USD. Il calendario economico, infatti, segnala molti eventi relativi all’economia reale. Il riferimento, in particolare, è alla pubblicazione del dato sul tasso di disoccupazione. Ecco, come di consueto, una panoramica degli appuntamenti in programma e le stime degli analisti.

Ore 10.30. Indice dei direttori agli acquisti del settore costruzioni in Gran Bretagna. GB Construction PMI. L’indice offre una panoramica sulla vitalità del settore delle costruzioni, che ha un certo impatto sull’economia reale. Il valore che funge da spartiacque è il 50 tra contrazione e crescita. Se superiore alle aspettative, genera una spinta rialzista sulla valuta di riferimento. Se inferiore alle aspettative, la spinta è ribassista. Il PMI Costruzioni britannico è dato in calo: da 52,2 a 52.

Ore 11.00. Indice dei prezzi al consumo dell’Italia. Italian CPI. Inflazione è uno dei parametri più importanti perché influenza le decisioni circa il tasso di interesse. L’Italia è la terza economia dell’Eurozona, quindi la sua inflazione ha un impatto di un certo peso sull’euro. Ad ogni modo, i prezzi anche nel 2017 sono aumentati troppo debolmente, secondo gli analisti. E’ previsto uno striminzito 0,9% (nel 2016 l’inflazione è stata dello 0,9%).

Ore 14.30. Buste paga del settore non agricolo negli Stati Uniti. US Non Farm Earnings. Il dato riposta l’aumento nel numero delle buste paga in tutti i settori eccetto l’agricoltura. E’ indicatore di fondamentale importanza per l’economia reale. Se la variazione è superiore alle attese, il dollaro (USD), tende ad apprezzarsi. Se inferiore, tende a deprezzarsi. Le buste paga dovrebbero essere aumentate di 184mila unità a gennaio, in aumento di quasi 40mila rispetto al dato precedente.

Ore 14.30. Tasso di disoccupazione degli Stati Uniti. US Unemployment Rate. Il tasso di disoccupazione è il parametro che meglio degli altri ritrae lo stato di salute del mono del lavoro. Se è superiore al previsto, la valuta di riferimento, in questo caso l’USD, si indebolisce. Se inferiore al previsto, l’USD si rafforza. Sulla scorta dei parametri economici recente, che hanno manifestato una crescita robusta per l’economia degli Stati Uniti, gli analisti credono che il tasso di disoccupazione si confermerà sui livelli ottimali, apprezzati tra l’altro da ormai molti mesi: 4,1%.