USD, Calendario Economico del 10 gennaio 2020, focus su buste paga americane

La giornata del 10 gennaio 2020 si preannuncia molto movimentata. Il calendario economico, infatti, segnala molti eventi capaci di impattare il mercato. Tra questi, la pubblicazione del dato sulle buste paga americane, che genereranno una spiccata influenza sull’USD (dollaro). Ad ogni modo, ecco una lista con gli eventi più significativi e le stime degli analisti.

Ore 07.45. Tasso di disoccupazione destagionalizzato della Svizzera. Swiss Seasonally Adjusted Unemployment Rate. Il tasso di disoccupazione è l’indicatore più importante, tra quelli riguardanti il mercato del lavoro. Quando il tasso sale, la valuta subisce una spinta ribassista. Quando il tasso scende, la valuta trae una spinta rialzista. Questo specifico tasso svizzero, però, viene calcolato al netto delle spinte “stagionali. Il tasso dovrebbe essere confermato al 2,3%.

Ore 13.00. Indice dei prezzi al consumo del Brasile. Brazil CPI. L’inflazione è un market mover importantissimo, secondo solo alla variazione dei tassi di interesse (anche perché funge da orientamento per quest’ultima). Quando l’inflazione si avvicina al target del 2% annuo, la valuta subisce una spinta positiva. Quando si allontana da questo target, la spinta è ribassista. L’inflazione brasiliana, pur mantenendosi su livelli abbastanza alti, dovrebbe scendere a dicembre da 0,51% a 0,46%.

Ore 14.30. Buste paga del settore non agricolo degli Stati Uniti. US Non Farm Payrolls.  Il dato suggerisce la variazione nel numero dei salariati, espresso in termini assoluti (a esclusione del settore agricolo). Se tale numero cresce al di sopra delle aspettative, l’impatto sulla valuta è rialzista. In caso contrario, è ribassista. Gli analisti stimano un aumento delle buste paga non agricole pari a 165mila unità a dicembre (dato precedente: +266mila).

Ore 14.30. Tasso di disoccupazione degli Stati Uniti. US Unemployment Rate. Nonostante i timori circa un rallentamento economico, il tasso di disoccupazione americano dovrebbe riconfermarsi in territorio favorevole, ovvero al 3,5%.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.