USD, Calendario Economico del 30 e 31 Dicembre 2019: focus su preliminari di vendita USA

Le giornate del 30 e 31 dicembre 2019 si preannunciano abbastanza tranquille. Il calendario economico segnala pochi eventi in grado di impattare sul mercato. Tra questi, la pubblicazione del dato sui preliminari di vendita di abitazioni americane, valevole per l’USD e prevista per il 31 dicembre. Ad ogni modo, ecco la lista degli eventi più importanti e le stime degli analisti.

Lunedì 30 dicembre 2019

Ore 08.00. Vendite al dettaglio della Germania. German Retail Sales.  Il dato sulle vendite è importante in quanto offre uno spaccato dell’economia reale e anticipa l’inflazione. Quando la variazione delle vendite supera le aspettative, la valuta trae una spinta ribassista. In caso contrario, o se addirittura la variazione è negativa, la spinta è ribassista. Le vendite tedesche, dopo il crollo di novembre (-1,9%), dovrebbe segnare un buon 1,0% a ottobre.

Ore 16.00. Contratti pendenti di vendita di abitazioni degli Stati Uniti. US Pending Home Sales. Il dato segnala la variazione della quantità di preliminari di vendita stipulati nel periodo di riferimento. E’ un indice delle condizioni del mercato immobiliari. Ovviamente, maggiori sono i preliminari stipulati, migliore è l’impatto che tale market mover genera sul dollaro. A ottobre i preliminari di vendita erano diminuiti dell’1,7%. Relativamente a novembre, gli analisti prevedono un buon 1,1%.

Martedì 31 dicembre 2019

Ore 02.00. Indice dei direttori degli acquisti del settore manifatturiero in Cina. China Manufactoring PMI. Il dato misura il grado di attività dei responsabili degli ordinativi delle imprese manifatturiere. E’ un dato importante in quando offre uno spaccato del settore secondario. Il valore che funge da spartiacque è il 50: se inferiore, si segnala una contrazione; se superiore, si segnala una espansione. Un dato superiore alle attese genera una spinta rialzista sulla valuta di riferimento, un dato inferiore alle attese genera una spinta ribassista. Gli anali stimano per dicembre un indice al 50,1 (dato precedente: 50,2).

Ore 16.00. Rapporto sulla fiducia dei consumatori degli Stati Uniti. US Consumer Climate.  Il rapporto è frutto di un sondaggio sulle prospettive economiche condotto su migliaia di consumatori americane, e a sua volta dà vita a un indice, il cui valore soglia pessimismo-ottimismo è 100. Indice superiori alle aspettative spingono al rialzo la valuta (in questo caso l’USD), indici deludenti la spingono al ribasso. Gli analisti stimano un indice di fiducia a 128,2 (dato precedente: 125,5).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.