USD, Calendario Economico del 30 maggio 2019: focus su PIL USA

Giornata abbastanza movimentata, quella del 30 maggio 2019. Il calendario economico riporta molti eventi in grado di impattare sulle valute, e in particolare sul’USD (dollaro americano). Il riferimento è, in particolare, alla pubblicazione dei dati sul Prodotto Interno Lordo statunitense. Ad ogni modo, ecco la lista dei principali eventi e le stime degli analisti.

Ore 03.30. Approvazione di progetti edilizi in Australia. Australian Buiding Approvals. Questo market mover riporta la variazione in termini percentuale dei progetti edilizi approvati nel periodo di riferimento. E’ un indicatore molto importante del settore edilizio, tradizionale termometro e precursore dell’economia reale nel suo complesso. Quando la variazione è positiva e in crescita, la valuta trae una spinta rialzista. Quando la variazione è negativa o in decrescita, la valuta trae una spinta ribassista. In Australia, le approvazioni edilizie dovrebbero registrare un +0,1 a livello mensile (dati precedenti: -15,5%).

Ore 03.30. Nuove spese private di capitale in Australia. Australian Private Capital Expenditure. Il dato riporta la variazione in termini percentuali degli investimenti delle aziende private. Se la variazione è in crescita o comunque superiore alle attese, la valuta trae una spinta positiva. Se la variazione è in diminuzione o comunque inferiore alle attese, la valuta trae una spinta negativa. Secondo gli analisti, nel primo trimestre le spese sono aumentate dello 0,5% (dato precedente: 2,0%).

Ore 14.30. Prodotto Interno Lordo negli Stati Uniti. US GDP. Il Prodotto Interno Lordo è un indicatore molto importante (forse più importante) dell’economia reale. Se il PIL cresce oltre il previsto, la spinta che trae la valuta è rialzista. Se il PIL cresce meno del previsto o addirittura decresce, la spinta è ribassista. Il PIL degli Stati Uniti dovrebbe essere aumentato del 3,2% nel primo trimestre del 2019 (dato precedente: 3,1%). Ancora una volta, i timori circa la fine del ciclo economico dovrebbero essere, almeno per il momento, fugati.

Ore 14.30. Richieste iniziali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti. US Unemployment Claims. Il dato indica in termini assoluti il numero di richieste di sussidi avanzati nel periodo di riferimento. Se la variazione è superiore al previsto, la valuta trae una spinta ribassista. Se la variazione è inferiore al previsto, la valuta trae una spinta rialzista. Secondo gli analisti, le richieste saranno pari a 216mila unità (dato precedente 211mila unità).

Ore 16.00. Contratti pendenti di vendita di abitazioni negli Stati Uniti. US Pending Home Sales. Questo market mover riporta a variazione, espressa in termini percentuali, dei preliminari di vendita. E’ un indicatore importante del mercato immobiliare, ma con valore predittivo per tutta l’economia reale. Se la variazione è positiva, la valuta trae una spinta al rialzo. Se la variazione è negativa, la valuta trae una spinta al ribasso. Secondo gli analisti, ad aprile i preliminari sono aumentati dello 0,9%. Dato in realtà non molto confortante, dal momento che a marzo erano aumentati del 3,8%.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.