USD, Calendario Economico del 5 Luglio 2019: focus su Non Farm Payrolls USA

La giornata del 5 luglio 2019 si preannuncia molto movimentata. Il calendario economico segnala molti eventi importanti, soprattutto lato USD. Tra questi, la pubblicazione del Non Farm Payrolls. Ad ogni modo, ecco una lista con gli appuntamenti più importanti e le previsioni degli esperti.

Ore 08.00. Produzione industriale della Germania. German Industrial Production. La produzione industriale è uno dei parametri più importanti dell’economia reale. Nello specifico, segnala la variazione del valore dei beni prodotti dall’industria. Quando la variazione supera le aspettative, la valuta trae una spinta rialzista. In caso contrario, o se addirittura la variazione è negativa, la spinta è ribassista. L’industria tedesca sta inanellando una serie di performance negative. Secondo gli analisti, quella di maggio non farà eccezione, sebbene sia previsto un rallentamento del trend negativo. La produzione dovrebbe passare da -1,9% a -0,4%.

Ore 14.30. Buste paga del settore non agricolo negli Stati Uniti. US Non Farm Payrolls. E’ uno dei market mover più importante dell’economia americana. Segnala la variazione del numero delle buste paga di tutti i settori eccetto l’agricolo. Quando la variazione supera le attese, la valuta, in questo caso l’USD, trae una spinta positiva. Quando la variazione delude, la spinta è negativa. A maggio il dato aveva restituito una variazione di 75mila unità. Per giugno gli analisti prevedono un buon +160mila.

Ore 14.30. Tasso di disoccupazione degli Stati Uniti. US Unemployment Rate. Il tasso di disoccupazione è tra i più importanti market mover del mercato del lavoro. Se aumenta, la valuta trae una spinta ribassista. Se diminuisce, la spinta è rialzista. Secondo gli analisti, il tasso di disoccupazione negli Stati Uniti dovrebbe confermarsi a livelli vicini a quelli fisiologici, ovvero al 3,6%.

Ore 16.00. Indice Ivey dei direttori agli acquisti del Canada. Canada Ivey PMI. L’indice non è un altro che un PMI composito, ovvero riguardante tutti i settori. Come tutti i PMI, misura il grado di attività dell’economia sulla base di un sondaggio condotto sui direttori degli acquisti. Il valore che separa contrazione da crescita è il 50. Valori che superano le aspettative generano una spinta rialzista. Valori che deludono generano una spinta ribassista. Stando agli analisti, il PMI generale del Canada dovrebbe attestarsi, relativamente a giugno, intorno a 55,0 dunque in calo sul mese precedente, che aveva fatto segnare 55,9.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.