USD, Calendario Economico dell’8 ottobre 2019: focus su discorso di Powell (Fed)

Giornata abbastanza movimentata, quella dell’8 ottobre 2019. Il calendario economico segnala molti eventi in grado di impattare sul mercato. Tra questi, il discorso del governatore della Fed Jerome Powell, che certamente eserciterà una influenza sull’USD.  Ad ogni modo, ecco una lista con gli appuntamenti più importanti e le stime degli analisti.

Ore 03.45. Indice dei direttori degli acquisti del settore servizi della Cina. China Services PMI. L’indice misura il grado di attività delle aziende impegnate nel terziario e si basa su un sondaggio condotto sui direttori agli acquisti. Il valore che funge da spartiacque tra recessione e crescita del settore è il 50. Valori oltre le aspettative esercitano una spinta rialzista. Valori deludenti o inferiori al 50, esercitano una spinta ribassista. L’indice cinese dovrebbe confermarsi a un livello sufficiente, per la precisione a 52,1.

Da fissare. Saldo della bilancia commerciale della Cina. China Trade Balance. Il saldo della bilancia commerciale è un parametro importante, in quanto influenza la massa monetaria e incide quindi sui rapporti tra le valute. Quando il saldo migliora (aumento del surplus o riduzione del deficit) la valuta trae una spinta positiva. Quando il saldo peggiora (aumento del deficit o riduzione del surplus). Il saldo di agosto aveva consegnato, in linea con la tradizione esportatrice cinese, un surplus di 34.83 miliardi. Sul dato di settembre, però, gli analisti non si sono espressi in maniera concorde.

Ore 08.00. Produzione industriale della Germania. German Industrial Production. La produzione industriale è un market mover importante in quanto ritrae lo stato di fatto dell’economia reale. Quando la produzione aumenta più del previsto, l’impatto sulla valuta è favorevole. Quando la produzione delude le attese, o addirittura si comprime, allora l’impatto è negativo. La Germania sta attraversando un pessimo periodo dal punto di vista economico, che si riverbera principalmente sul comparto industriale. Ad agosto la produzione industriale tedesca aveva fatto segnare un drammatico -0,6%. Relativamente a settembre, secondo gli analisti, segnerà -0,2%

Ore 14.30. Indice dei prezzi alla produzione degli Stati Uniti. US PPI. Il dato sui prezzi alla produzione è importante in quanto anticipa quello, decisivo, sull’inflazione. Se l’indice si avvicina al target del 2%, la valuta (in questo caso l’USD) tende ad apprezzarsi. Se si allontana, la valuta tende a deprezzarsi. In linea con i timori che suggeriscono un rischio deflazione, l’indice dei prezzi alla produzione degli Stati Uniti si dovrebbe mantenere su livelli molto bassi: 0,1% a settembre, proprio come ad agosto.

Ore 19.50. Discorso del governatore della Fed Jerome Powell. Fed Chair Powell’s Speaks. Il discorso merita l’attenzione degli investitori in quanto il governatore della Fed potrebbe offrire indizi sulla futura politica monetaria americana o, più probabilmente, presentare un outlook sull’economia degli Stati Uniti, al centro di timori per la fine del ciclo espansivo e per una inflazione che stenta a tornare stabilmente sui valori del 2% annuo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.